Scafati. Villa Comunale nel degrado, colpa del bando scaduto ad aprile 2014

Scritto da , 10 luglio 2015
image_pdfimage_print

Di Adriano Falanga

Chi negli ultimi giorni ha notato l’erba crescere rigogliosa in Villa Comunale, in Piazza Garibaldi e nei giardini di Palazzo Mayer, si sarà chiesto come mai non c’è chi si occupa della potatura e cura delle piante. Semplice, bando scaduto l’11 aprile 2014. Da allora si è proceduti per affidamenti diretti di proroga in proroga. A vincere il bando biennale nel 2012 un’azienda di Melito di Napoli “La Botanica sas” per un importo di circa 50 mila euro annui. Alla scadenza, in attesa di nuovo bando, si è provveduto a concedere proroghe alla stessa società, l’ultima scaduta il 30 giungo 2015: Quattro mesi per 17 mila euro. Mercoledi mattina il primo cittadino ha visitato Parco Wenner e chi era presente l’ha visto molto irritato per lo stato del parco. “Sono partiti questa mattina (ieri per chi legge ndr) con l’intervento dell’Acse gli interventi di manutenzione ordinaria, pulizia e derattizzazione del Parco – ha spiegato Aliberti – Metteremo in campo una programmazione periodica di manutenzione del Parco, in collaborazione con l’Acse e saranno effettuati maggiori controlli con la presenza dei Vigili Urbani. Per rendere la Villa più vivibile il nostro impegno c’è, ora però abbiamo bisogno anche del supporto di quanti ogni giorno frequentano la Villa Comunale”.

Purtroppo l’Acse oltre alla rimozione dei rifiuti non può fare. Le foto documentano una Villa Comunale gravemente infestata da erba selvatica. Piante, prati e siepi non potati e curati offrono un aspetto poco ortodosso di quello che era e resta uno degli orti botanici più variegati d’Italia.

villa2  villa4 villa5

villa3

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->