Scafati. Via Canova: “impossibile vivere”, la protesta di Matrone

Scritto da , 2 Dicembre 2016
image_pdfimage_print

Di Adriano Falanga

Da queste parti la pioggia preoccupa più che al centro città, perché gli allagamenti hanno tempi lunghi, e il manto stradale è decisamente pericoloso. Via Canova è in piena area Pip, nei pressi del quartiere Mariconda. A denunciare lo stato di degrado il consigliere di Fdi Angelo Matrone. “Ma è possibile che nel 2016, un paese civile debba ancora fare i conti con gli allagamenti? E’ impensabile che in località Mariconda, traversa Canova, ancora ci troviamo in una situazione da terzo mondo – spiega Matrone – Come è ben visibile dalla foto segnalazione fatta da alcuni cittadini, è impossibile per le famiglie del territorio vivere in una zona sempre oggetto di inondazione, a prescindere dalla pioggia”. Letteralmente costretti ad “auto sequestrarsi” i residenti. “L’acqua putrida del canale invade la carreggiata, per i cittadini è impossibile camminare a piedi o anche percorrere con la propria auto quel tratto di strada. Per non parlare del palese e preoccupante rischio igienico sanitario che i cittadini corrono con quel miscuglio di acqua e fango a pochi metri da casa loro – continua il giovane consigliere comunale – Giorno dopo giorno questi cittadini sono avvelenati dal fiume, da pantani per strada, dall’area industriale ad un passo e da discariche più o meno autorizzate che rischiano di portare via salute e futuro. Ma quando finirà tutto ciò?”. Via Canova è a pochi metri dal sito della Helios. “Interrogherò il consiglio comunale e la Giunta su questa vicenda. Devono immediatamente rispondere a questo grido d’allarme, se è vero che tengono alla nostra città. Chiederò di fare pressing sulla ex AgroInvest, al Consorzio di Bonifica e a tutti gli enti preposti per mettere fine a quello che oramai è un vero incubo per i residenti di Mariconda. Non sono cittadini di serie B” tuona Matrone.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->