Scafati. Un settore per meglio gestire l’energia cittadina

Scritto da , 12 Agosto 2015
image_pdfimage_print

SCAFATI. Due nuovi settori e due nuovi responsabili: questa l’idea estiva dell’amministrazione comunale di Pasquale Aliberti che nei giorni scorsi ha lavorato a ritmo serrato – senza farsi distrarre dall’estate – per riorganizzare i settori di Palazzo Meyer. La prima new entry era stata già annunciata da un comunicato stampa. E’ stato infatti creato un settore ad hoc per gestire i beni confiscati alla camorra. Poi è stato anche creato un apposito settore comunale per gestire in maniera ottimale ed ecologica l’energia cittadina. Restano poi i settori avvocatura, polizia municipale, Scafati Solidale, piano di zona, gabinetto del sindaco, Piu Europa, datore di lavoro e intervento sul Pip. Le aree saranno sempre cinque: servizi al cittadino, al territorio, lavori pubblici, urbanistica e programmazione economico finanziaria. Una riorganizzazione last minute che porta la firma dell’assessore al bilancio Diego Chirico e che è stata siglata sostanzialmente in invarianza di spesa. Ma, oltre a questa organizzazione ovviamente serve anche una diversa gestione di questi due settori: ecco quindi che l’amministrazione ha anche dato il via ad una ricognizione interna per decidere chi potrebbe andare a ricoprire il ruolo di responsabile di questi due nuovi settori. Ad oggi pare non ci siano figure idonee a questi ruoli all’interno di Palazzo Meyer. A non aiutare nemmeno il periodo in cui la ricognizione è stata fatta: l’avviso interno, pubblicato ieri, è valido fino al prossimo 19 agosto. Inoltre, bisogna precisare, i sindacati non sono stati avvisati di questa differente organizzazione comunale: insomma, la domanda resta sempre la stessa. Perchè questa corsa a questa nuova organizzazione in pieno agosto? Probabilmente, dopo la  ricognizione interna e l’eventuale quanto mai probabile flop, potrebbe arrivare qualche incarico esterno a Palazzo Meyer proprio per questi due settori ad hoc. Ma questa,  sembrerebbe davvero troppo e quindi ai comunali non resta che aspettare e vedere cosa succede.

Valeria Cozzolino

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->