Scafati. S’infortunò lavorando all’Acse, risarcito con 60 mila euro

Scritto da , 16 ottobre 2015

Di Adriano Falanga

Ha subito l’asportazione della milza dopo una caduta accidentale avvenuta mentre era al lavoro, ex dipendente stagionale Acse verrà risarcito con oltre 60 mila dalla società partecipata scafatese, in solido con le compagnie di assicurazioni La Fondiaria Sai e Cattolica Assicurazioni. L’uomo, le cui iniziali sono A.A, svolse lavoro presso l’Acse con contratto a tempo determinato dal 21 giugno al 20 novembre 2010, presso il  deposito di via Domenico Catalano, dove, il 23 ottobre 2010 finì dentro uno scavo della pesa riportando lesioni che provocavano l’asportazione della milza. Il Tribunale del Lavoro di Nocera Inferiore,con sentenza a firma del Giudice dottor Francesco Ruggiero, ha accolto l’istanza dell’infortunato, e condannato le tre società rimborsare 60.708,50 euro oltre interessi e spese legali. Sarà la Fondiaria Assicurazioni spa, compagnia dell’Acse, a rimborsare A.A. Nel frattempo la società guidata da Eduardo D’Angolo ha desistito dal ricorrere in secondo grado e per il tramite del legale incaricato, avvocato Alfonso Nastri, ha provveduto a sollecitare la compagnia assicuratrice ad assolvere alla sua incombenza.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->