Scafati. Ritorna il grande presepe vivente quartiere Vetrai, dal 26 al 29 dicembre

Di Adriano Falanga

Giunto alla sua ottava edizione, torna il Grande Presepe Vivente di Scafati. L’evento organizzato dalla comunità parrocchiale della Chiesa Madre Santa Maria Delle Vergini guidata dal parroco Don Giovanni De Riggi e patrocinato dall’amministrazione comunale, è divenuto ormai un appuntamento fisso del calendario di eventi natalizi campani. Allestito nel pittoresco quartiere Vetrai, centro storico della città, si svolgerà dal 26 al 29 dicembre 2016, con ingresso gratuito in via Nazario Sauro, dalle ore 17. Oltre 200 figuranti in costume tipico d’epoca, di manifattura artigianale. Decine di animali, tra caprette, asini, cavalli, galline per la gioia dei bambini. Un percorso lungo e variegato tra i vicoli dello storico quartiere, dove le tante cantine di fine ottocento riprendono vita ospitando suggestive botteghe d’epoca e case di pastori. Camminando, saranno stimolati i cinque sensi dei visitatori. I pastori offriranno una serie di prodotti cotti e preparati al momento, faranno rivivere gli antichi mestieri. Le luci soffuse e i canti del Coro Polifonico Santa Maria delle Vergini diretto dalla maestra Pompilia Balzano, renderanno l’atmosfera natalizia.

1-presepeUna trentina le scene allestite, tra cui il variopinto e animato Palazzo di Erode, i Magi, le lavandaie, il frantoio, le filatrici, il grande mercato e la suggestiva “grotta” della Natività. La scorsa edizione ha visto la presenza, nelle quattro serate, di circa 18 mila visitatori, molti giunti anche da fuori regione. Il quartiere nasce tra fine 700 inizi 800, il nome esatto è “Vitral”, dalla vetrificazione della superficie interna dei recipienti di terracotta, utilizzati sia per alimenti che per il bucato.