Scafati. Rimpasto di giunta, Matrone bacchetta due assessori

Scritto da , 5 febbraio 2016
image_pdfimage_print

Di Adriano Falanga

Rimpasto di Giunta, oggi dovrebbe arrivare la decisione di Raffaele Sicignano, accetta le nuove deleghe oppure, come minacciato, si dimette? Intanto ha parole molto dure Angelo Matrone, consigliere comunale di Fdi. “Fa specie che una delega così significativa come quella dell’Assessorato all’Urbanistica sia stata data a chi finora si è occupato solo di fare il replicante del sindaco (Nicola Acanfora, ndr) Ora ci aspettiamo di vederlo arrivare in Consiglio comunale con panierino e merendina”. Non si risparmia una critica anche per Antonio Pignataro: “E’ incredibile, peraltro, come si possa aver affidato la delega al Commercio ad un soggetto conosciuto per i suoi fallimenti come assessore alla sicurezza. Mi auguro che il sindaco si ravveda su questa scelta prima che l’economia scafatese già in difficoltà venga asfissiata dalle sue iniziative sbagliate”. Matrone contesta anche, sulla scia del collega Mario Santocchio, l’assenza di quote rosa nel nuovo esecutivo, anche se più che nuova, la squadra è stata solo rimodulata. “Forse, ancora non è chiaro che le deleghe dovrebbero essere assegnate su criteri di competenza e non di simpatie e favoritismi. Non condivido che nelle nuove nomine ci sia la quasi totale assenza di presenze femminili: la crescita della nostra città ha bisogno anche di quella sensibilità e di quello speciale modo di “prendersi cura” che è tipico delle donne. Infine, noto con totale disappunto che deleghe molto importanti, come Manutenzione, Più Europa e Avvocatura siano rimaste in capo al Sindaco, segno di una volontà di accentramento decisionale che non fa bene a nessuno”.

 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->