Scafati. Ospedale Scarlato, l’appello a Coscioni.

Scritto da , 21 luglio 2015
image_pdfimage_print

Di Adriano Falanga

Ospedale Mauro Scarlato, dopo la nomina di Enrico Coscioni a consigliere del Governatore Enzo De Luca per la Sanità, dal Pd locale l’appello a considerare l’annoso problema della chiusura del Pronto Soccorso. A farsi portavoce è il consigliere comunale Marco Cucurachi, che a Coscioni ha scritto una lettera aperta. “Colgo con soddisfazione la tua nomina a consigliere personale sulla Sanità del nostro Presidente della regione Campania – scrive il democratico – un medico di alta professionalità e competenza, un politico serio ed affidabile come te è necessario per il nostro territorio. Non hai mai millantato le possibili soluzioni per risollevare la sanità campana, mai illuso i cittadini. Scafati è stata derubata e deturpata dalla precedente amministrazione regionale Caldoro. Scafati, presa in giro da coloro che hanno ostentato promesse e speculato sulla salute dei cittadini. Scafati, che conta sessantamila abitanti, privata del suo Presidio Ospedaliero Mauro Scarlato. Scafati merita il reinserimento dell’ospedale nella rete dell’emergenza, con la connessa riapertura del Pronto Soccorso, così come è stata accesa una speranza per l’Ospedale di Agropoli”. A margine della sua nomina, sia Coscioni che lo stesso De Luca hanno prontamente manifestato interesse verso il nosocomio della città cilentana. “Il mio non vuole essere un atteggiamento campanilistico – precisa Cucurachi – In qualità di Consigliere comunale e membro della Commissione per la riapertura dell’Ospedale ho incontrato, nel passato, il Direttore Generale Squillante, il sub Commissario Morlacco e sono pronto a fornirti tutti gli elementi necessari raccolti per questa battaglia”.

Cucurachi sa che non può reggere più la motivazione che vede in Caldoro il colpevole. Alla Regione oggi c’è Enzo De Luca e del resto lo stesso primo cittadino Pasquale Aliberti ha già ricordato che: “noi lo Scarlato lo abbiamo reinserito nella rete dell’emergenza con il nuovo piano ospedaliero, ora tocca a De Luca portare a termine il lavoro”. Ad oggi però il neo governatore ancora non ha manifestato la sua volontà sull’argomento, come ancora non si è saputo più nulla del Piano Ospedaliero presentato a Marzo in pompa magna dall’ex governatore Stefano Caldoro. Il Piano dovrebbe essere ancora sotto esame dei Ministeri della Salute e delle Finanze per la sua approvazione. “Sono fiducioso e speranzoso, perché so di affidare la mia richiesta a persone oneste, che hanno sempre agito nell’interesse dei territori che rappresentano e che sapranno, con la politica, ridare ciò che a Scafati è stato tolto con la politica” conclude la sua lettera Marco Cucurachi.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->