Scafati. Nucleo di Valutazione privo dei requisiti. Scatta la segnalazione all’Anac

Scritto da , 20 ottobre 2015

Di Adriano Falanga

Non avrebbe i requisiti per ricoprire il ruolo di presidente del nucleo di valutazione, scatta la segnalazione all’Anac per Antonio Ruocco, attualmente a capo dell’organismo di valutazione di palazzo Mayer. Esposti notificati anche al Responsabile anticorruzione di Palazzo Mayer (incarico attualmente scoperto dopo le dimissioni di Immacolata Di Saia). Ruocco siede nei nuclei di valutazione anche dei comuni di Torre Annunziata e di Ottaviano, ma ha già ricoperto incarichi simili anche in comuni quali Nola, Sant’Antonio Abate, Grumo Nevano, Castellammare di Stabia. E’ direttore amministrativo presso il Ministero dell’Interno, in quiescenza dal 1° novembre 2012. Secondo l’esposto, trasmesso per conoscenza anche al comune di Scafati, si chiede un parere e controllo circa il possesso dei requisiti dell’esclusività del rapporto, ovvero dichiarazione sottoscritta dal candidato che deve essere trasmessa dall’amministrazione alla Commissione Anac. Si chiede anche la verifica del titolo di studio, perché la sola dichiarazione e il curriculum presentati non bastano. Infine, l’esposto cita anche il divieto di incarichi dirigenziali a soggetti in quiescenza, e il dottor Ruocco lo è dal 2012. La delibera Anac 12/2013, stabilisce i requisiti per la nomina dei componenti degli organismi di valutazione. E’ richiesta una laurea in Scienza Economiche e Statistiche, Giurisprudenza, Scienze Politiche o Ingegneria Gestionale. In alternativa al titolo di studio è sufficiente il possesso di un’esperienza quinquiennale in posizione di responsabilità, anche presso aziende private, nel campo del management, della pianificazione, dell’organizzazione e gestione del personale. L’attuale presidente del nucleo di valutazione sarebbe invece laureato in Sociologia.

Andando oltre l’esposto contro il presidente del nucleo di valutazione, secondo quanto stabilisce la delibera dell’Autorità Nazionale anticorruzione 12/2013, anche i restanti componenti non avrebbero i requisiti richiesti. Nominati per decreto sindacale, non si rilevano possessori di idoneo titolo di studio, o comprovata competenza professionale. Aquino Raffaela possiede una laurea in Scienze Motorie; Aiello Immacolata una maturità magistrale, insegnante di scuola primaria e dell’infanzia; La Montagna Giuseppina una laurea in matematica ed è forse l’unica che, da curriculum, dimostra esperienze nel settore privato. Carotenuto Erminia ha una laurea in lettere ed è insegnante; Pagano Nunzia sembra essere docente di navigazione, ma dal curriculum non è chiaro il possesso di laurea. Infine Ruotolo Ivano risulta essere un perito commerciale, ex dipendente Acse. Ai componenti del Nucleo di Valutazione un compenso annuo di 4.250 euro. Funzione fondamentale del Nucleo di Valutazione è quella di proporre all’organo esecutivo i criteri per la “pesatura” e per la “valutazione” dei dirigenti, finalizzata, l’una, alla erogazione della retribuzione di posizione, e l’altra, ai fini dell’attribuzione della retribuzione di risultato. Tra i componenti ci sono anche ex candidati in liste elettorali a sostegno dell’attuale primo cittadino Pasquale Aliberti.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->