Scafati. Noleggio con conducente, botta e risposta Matrone-Acanfora

Scritto da , 14 Gennaio 2016
image_pdfimage_print

Di Adriano Falanga

Doveva essere una opportunità di lavori per dodici soggetti. Il Comune aveva infatti approvato il regolamento per la concessione di dodici licenze per il Noleggio Con Conducente. A fine settembre 2014 fu pubblicato il bando di concorso per titoli per l’assegnazione di dodici autorizzazioni per il noleggio da rimessa con conducente fino a nove posti svolto a mezzo autovettura. La scadenza fissata per le ore 13 del 21 ottobre 2015. Da allora non si sono avute notizie e sembra che diversi partecipanti si siano rivolti alle forze dell’ordine per un approfondimento. E’ quanto ha denunciato il consigliere di Fratelli D’Italia Angelo Matrone: “C’è tanto malumore tra i cittadini che mesi fa hanno presentato domanda per il rilascio dell’autorizzazione, non mi stupisce che qualcuno, ormai esasperato e alla ricerca di aiuto e tutela, si sia rivolto alle forze dell’ordine denunciando i responsabili del procedimento di essere poco chiari e di consentire favoritismi. Ovviamente si tratta di accuse non veritiere fomentate dal malessere diffuso e dalle lungaggini della macchina amministrativa – chiarisce poi Matrone – Bisogna dare priorità allo stato di bisogno di queste persone. Non si può temporeggiare. Per questi motivi al prossimo consiglio comunale interrogherò il sindaco e l’assessore al ramo per conoscere i tempi e le modalità di nomina della commissione preposta alla valutazione dei candidati al noleggio con conducente”.

Una risposta che non tarda ad arrivare. “Prima della nostra proposta di bando in molti non sapevano neanche dell’esistenza di questo servizio – così Nicola Acanfora, assessore al Commercio – L’iniziativa, avviata da questa amministrazione a vantaggio dell’occupazione ha riscosso enorme successo. Sono, infatti, più di cento le domande pervenute all’Ufficio Gare del Comune di Scafati. Per la mole di richieste consegnate e le potenzialità del progetto preferiamo procedere con cautela proprio per evitare che il Matrone di turno ci attacchi e ci accusi di favoritismo. Pertanto invitiamo coloro che dubitano della corretta procedura, all’apertura delle buste, che si svolgerà in seduta pubblica solo dopo la nomina della Commissione, ad aggi ancora non avvenuta”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->