Scafati. La triade “commissaria” i cda delle partecipate

Scritto da , 25 marzo 2017

Di Adriano Falanga

Nasce una cabina di regia per il controllo sugli atti prodotti dai cda delle partecipate scafatesi. La commissione straordinaria composta da Gerardina Basilicata, Maria De Angelis e Augusto Polito, dopo aver ricomposto i nuovi organi amministrativi di Scafati Sviluppo e Acse, decide di nominare una struttura tecnica in seno al Comune di Scafati, per il monitoraggio e controllo degli atti adottati dai cda della partecipate ma anche sull’operato dei componenti in quota Scafati nelle altre partecipate in cui l’ente sia socio a vario titolo. Una cabina di regia in cui entrano Giacomo Cacchione, responsabile servizio finanziario; Nicola Fienga, responsabile Lavori Pubblici e Anna Sorrentino, a capo dell’area Servizi al Territorio. Naturalmente, supervisore sarà Valentino Antonetti, il super consulente voluto direttamente dalla Prefettura di Salerno. Essendo i cda di recente nomina, voluti affinché ci fosse un rapporto fiduciario con la commissione straordinaria, appare strano che la triade decida di “commissariare i commissari”, probabilmente sarebbe stato opportuno, anche in ottica spending review, optare per direttamente per il commissariamento delle società partecipate in cui il Comune è socio unico, per l’appunto l’Acse e la Scafati Sviluppo.

Consiglia