Scafati ko: addio play off

Scritto da , 19 maggio 2013

Nel giorno in cui Scafati festeggia per il calcio, piange per il basket. la Givova Scafati cede al palamgano contro Pistoia e saluta i play off. E’ mancato mays ai canarini che certo non possono appellarsi alla direzione arbitrale. Pistoia parte fortissimo. La squadra di Moretti, scottata dalla sconfitta in gara 3, prova a sorprendere subito Scafati, volando subito sull’8-0.?Slay e Baldassarre dimezzano lo svantaggio. Due liberi di Hicks riportano gli ospiti riportano gli ospiti a più 6, 4-10 a cinque dalla fine del primo quarto. Scafati dopo l’inizio choc però rientra in gara e Baldassarre segna i due punti che riportano i canarini a meno 1, 12-13. Hicks da tre prova a rilanciare Pistoia, ma prima Slay e poi Mays da tre consentono a Scafati di mettere la testa avanti, 20-19 a due minuti dalla fine. Ma sempre con una tripla Saccaggi riesce a riportare il punteggio sul 23-23, risultato con cui si chiude il primo quarto. Grande equilibrio anche nel secondo quarto, ma anche tanti errori. Nei primi tre minuti solo due punti Scafati, tre Pistoia. La squadra di Moretti prova ad alzare la difesa, cercando di spezzare il ritmo di Scafati ma Slay (nella foto di Dario Fico) ancora da tre sigla la nuova parità, 30-30, a 4’ dalla fine. Nel secondo quarto appena Pistoia allunga, Scafati cuce lo strappo, anche grazie al contributo di Ghiacci, in termini  di rimbalzi difensivi. All’intervallo lungo si arriva con i toscani avanti di quattro, 35-41, anche a causa di un fallo inutile di Tavernari a due secondi dalla fine. Inizia il terzo periodo con Scafati che cerca di riavvicinarsi ma prima Hicks e poi Meini fanno esultare i cinquanta tifosi arrivati da Pistoia al seguito della squadra. Più nove Pistoia, 46-55 a 5’ dalla fine quando arriva anche il quarto fallo di Slay. A Scafati mancano soprattutto i punti di Mays, non al top della condizione fisica. Non manca la grinta  ai canarini che restano attaccati alla partita e con Baldassarre riesce a tornare a meno cinque. Alla fine del terzo periodo Pistoia resta avanti di cinque, 59-64. Nell’ultimo quarto Mays sbaglia la tripla del -1 e Galanda  e Cortese riportano i toscani a più 8, 60-68 poco meno di otto dalla fine. Arriva anche il fallo, tra le proteste di patron Longobardi, decisivo di Slay che lascia in campo con 19 punti. Pistoia ritrova il massimo vantaggio più 11. Scafati ci prova ma Pistoia non si distrae e vola in semifinale. 

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->