Scafati. Il Pd: “mentre loro discutono di decadenza noi ripristiniamo la legalità”

Scritto da , 1 dicembre 2015

Di Adriano Falanga

Integrazione e sicurezza sono i temi di due proposte protocollate ieri mattina dal gruppo consiliare del Partito Democratico: Marco Cucurachi, Michele Grimaldi, Nicola Pesce e Michelangelo Ambrunzo. “Mentre la maggioranza è schiacciata sulla corsa al tempo che il sindaco ha iniziato per poter decadere in tempo “utile” a ricandidarsi per la terza volta consecutiva ed è disposta ad ogni forzatura e violazione di legge, noi nel mentre proviamo a ripristinare la legalità e le regole democratiche nelle Istituzioni, elaboriamo anche proposte concrete nell’interesse della città” spiega Margherita Rinaldi, segretaria cittadina. I dettagli li anticipa Michele Grimaldi: “La prima, denominata “Scafati città dell’integrazione e della solidarietà”, è una risposta ai vergognosi attacchi xenofobi che la comunità migrante scafatese sta subendo. E impegna la nostra amministrazione a fare la sua parte nel costruire, nel proprio piccolo, politiche di integrazione e solidarietà che favoriscano la convivenza civile, il rispetto della dignità della persona, la pace. Tante le proposte messe in campo, che vanno dall’istituzione della “consulta dei migranti e del consigliere aggiunto” all’apertura di un “servizio migranti” nell’ambito del settore politiche sociali, dall’educazione nelle scuole allo sport come fattore di incontro e fraternità, dal sostegno alle associazioni – laiche e cattoliche – che praticano sul campo la solidarietà al potenziamento del lavoro della Polizia municipale nel contrasto al caporalato e al lavoro nero”. La seconda proposta verte sul tema sicurezza. Grimaldi spiega: “una risposta agli innumerevoli episodi di violenza, microcriminalità, vandalismo e bullismo verificatesi nella nostra Città negli ultimi tempi. La mozione impegna l’amministrazione comunale ad un maggiore coordinamento tra tutte le forze istituzionali preposte a garantire sicurezza e vivibilità ai cittadini, e affronta tematiche quali il decoro urbano, la viabilità e la sicurezza stradale, la mobilità sostenibile, la videosorveglianza, un diverso impiego delle forze di Polizia Municipale, l’illuminazione pubblica, l’educazione civica”.

Consiglia