Scafati. Grande Guerra, l’iniziativa dell’associazione Combattenti e Reduci

Scritto da , 2 ottobre 2015

Nell’ambito delle celebrazioni del centenario della Grande Guerra, la sezione di Scafati dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci invita tutti i discendenti dei Caduti scafatesi del ’15-’18 a recarsi il martedì dalle ore 16,00 alle 18,00 presso la Sezione di Storia Militare della Biblioteca F. Morlicchio, per comunicare i propri dati, finalizzando tale comunicazione al ritiro di una pergamena d’onore da parte dell’associazione stessa. Il presidente dell’Associazione è  Arcangelo Chirico, ex combattente del Regio Esercito, nipote di un caduto della 1° guerra mondiale. Durante la Seconda Guerra Mondiale è stato catturato a Tobruk in Libia dagli inglesi. Trasferito ad Alessandria d’Egitto, successivamente in Sud Africa in un campo di prigionia. Poi trasferito in Inghilterra, dove fu costretto a lavorare in una fattoria, e liberato dopo 7 anni di prigionia. Nel dopoguerra è emigrato in Argentina e poi a causa degli eventi politici degli anni 60 è ritornato a Scafati. “Attraverso l’associazione mi impegno a tenere viva la memoria di coloro che hanno dato la vita per la Patria affinchè non accadano più fratricidi  e si lavori per la pace” spiega Chirico. L’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci è un organismo che si propone di: promuovere il culto della Patria, dei Caduti e della loro memoria. Le sue finalità sono la tutela della memoria culturale nazionale e locale e il rilancio dei valori etici e patriottici, strettamente collegati quindi alla storia di Scafati, a cui è stata conferita, la Croce al Valor Militare e la Medaglia d’Oro alla Resistenza.

Consiglia