Scafati. Gori, finalmente il pollice è dritto

Scritto da , 11 ottobre 2015

SCAFATI. La nuova logistica Gori favorisce Scafati. L’azienda che gestisce il ciclo idrico in Campania, la Gori (Gestione Ottimale delle Risorse Idriche ), sale spesso alla ribalta più per eventi negativi che positivi,  tra polemiche sui costi di gestioni e servizi poco efficienti si evidenziano poco le note positive che coinvolgono l’azienda che ha sede ad Ercolano. Scafati è una di quelle città che può annotare notevoli miglioramenti del servizio, nel suo complesso, negli ultimi mesi. Il miglioramento in città è verificabile ad esempio da due riparazioni avvenute in questi giorni che attendevano da tempo l’intervento per due perdite d’acqua in due zone di periferia, via Santa Maria la Carità (zona Mariconda) e in via Michelangelo Nappi (zona Trentuno). Uno dei motivi del miglioramento del servizio è una maggiore presenza costante sul territorio scafatese da parte degli uomini Gori con l’accorpamento di numerosi uffici in via Calvanese, nella struttura attigua al depuratore del Medio Sarno. In via Calvanese sono stati trasferiti gli uffici Gori presenti  in altri comuni che si occupavano di fatturazioni, c’è la centrale operativa H24 e quella di pianificazione ed efficientamento reti per migliorare la rete dei 76 comuni facenti parte dell’Ato. Per i guasti è stato istituito anche un numero preferenziale per le amministrazioni comunali ma le difficoltà maggiori sul territorio di Scafati, in termini di intervento da parte delle squadre Gori , erano causate da una toponomastica non adeguata che non era aggiornata.Eppure pochi mesi fa a Scafati fu istituita un’apposita commissione comunale per la toponomastica, che avrebbe dovuto rinominare o confermare le intitolazioni delle strade di Scafati. Questa difficoltà ravvisata dal personale Gori è stata parzialmente superata dalla nuova App Gori che permetterà tra l’altro l’individuazione di guasti e disservizi segnalati attraverso gli smartphone e che avranno come riferimento le coordinate gps e non più il nome della strada. Le riparazioni effettuate in via Santa Maria la Carità e in via Michelangelo Nappi sono solo alcuni degli interventi che la Gori sta effettuando in città. E’ in programma, infatti. la pulizia delle caditoie e la ripulitura di tutti i tombini, come avvenuto in corso Trieste, strada che da anni subiva frequenti allagamenti e dove i residenti presenti ad un recente intervento di pulizia, affermarono che erano anni che non avveniva una simile e accurata pulizia dei canali che raccolgono le acque. Certo che in città c’è ancora tanto da fare a causa delle vecchie tubature che sono in cattivo stato, come anche urge ora le necessità di un altro intervento proprio a Scafati: l’annosa e copiosa perdita che si trova in via Oberdan, proprio davanti all’entrata del cantiere del Polo Scolastico. La numerosa presenza sul territorio di Scafati e il conseguente andirivieni del personale Gori, composto da operai, ingegneri ed ispettori, sicuramente porterà ulteriori benefici all’efficienza del servizio idrico.
Gennaro Avagnano

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->