Scafati. Coppola: “Nostro compito è andare avanti. Non sono io l’antagonista di Aliberti”

Scritto da , 24 settembre 2015

Di Adriano Falanga

“Ho intenzione di convocare tutti i consiglieri comunali cercando di stemperare le polemiche e non perdere di vista l’attività istituzionale e amministrativa”. Così il presidente del consiglio comunale Pasquale Coppola, che rompe il silenzio su quanto accaduto nei giorni scorsi. “E’ un momento delicato per tutti, non sta a noi giudicare, non è il nostro compito. Siamo chiamati ad altro – spiega Coppola – sarà la Magistratura a fare luce sulla vicenda. Noi possiamo solo auspicare che tutto si risolva presto, per la serenità degli interessati ma anche e soprattutto della città, che non merita uno stop amministrativo”. Toni distensivi da parte di Coppola, nonostante i dissapori avuti con il sindaco e con parte della maggioranza. “La mia posizione nei riguardi di Aliberti è solo politica e non personale – aggiunge e poi rilancia – e condanno fermamente ogni voce maligna che mi vuole come antagonista del primo cittadino in una presunta tornata elettorale anticipata. Anzi, come già più volte detto, è mio interesse, e anche di Pasquale Vitiello, di non interrompere la consiliatura e di proseguire fino al 2018. La città non capirebbe un ritorno anticipato alle urne”.

Consiglia