Scafati. Chiesti a due dirigenti del Comune i dossier su appalti e contributi

Scritto da , 25 marzo 2016
image_pdfimage_print

Gli “007” indagano sugli incarichi nel settore dei  lavori pubblici e sui servizi sociali . Una mattinata intensa quella di ieri per la triade di esperti inviati a Scafati dal Ministero degli Interni e dal Prefetto di Salerno Antonio Malfi.
Dopo una giornata di assenza dalle stanze di Palazzo Mayer e dagli uffici di via Armando Diaz il Viceprefetto Amendola, che guida il pool di esperti chiamati a verificare l’operato dell’amministrazione guidata dal sindaco Aliberti, ha ripreso a ritmo serrato il lavoro di ispezione e di verifica degli atti amministrativi che si dovrebbe concludere nei 90 giorni previsti nel decreto che ha permesso l’insediamento nella casa comunale di Scafati.  Una decina in tutto gli uomini impegnati a controllare la prima parte della documentazione richiesta nella giornata di martedì quando la commissione si è insediata, mentre alcuni controllavano Piano urbanistico comunale, pianta organica e appalti dell’anno 2011, alcuni “007” prefettizi avrebbero avuto un colloquio con due dirigenti comunali , il Ragioniere capo Giacomo Cacchione e l’architetto responsabile dei lavori pubblici per il Comune, Maria Gabrielle Camera.
Secondo indiscrezioni, a breve questi ultimi  dovrebbero preparare per la commissione una lunga serie di documenti che riguarderebbero i nominativi dei Rup, dei progettisti e dei responsabili della sicurezza che si sono avvicendati nel tempo alla direzione dei numerosi appalti per i lavori eseguiti in città e i rispettivi mandati di pagamento per le opere prestate. Un altro settore ad essere stato attenzionato sarebbe stato quello dei servizi sociali: i commissari avrebbero richiesto l’elenco completo dei beneficiari dei contributi sociali come i contributi fitti, le una tantum, i destinatari delle assistenze sociali, delle borse lavoro agli ex detenuti ed altro. Non è escluso che a breve l’attenzione dei commissari possa spostarsi al tanto chiacchierato Piano di Zona S1 che si occupa della programmazione e del coordinamento dei servizi sociali e di cui Scafati è il Comune capofila.
Nella giornata di mercoledì gli uomini della Dia, che continuano a lavorare all’indagine parallela a quella della commissione e che è in capo al Pm Montemurro, avevano acquisito la documentazione sulle associazioni beneficiarie nel tempo di contributi economici o di qualunque altro patrocinio da parte dell’ente comunale, nella stessa giornata  sarebbe stato acquisito anche l’elenco dei prescelti al progetto regionale del servizio civile. Continua dunque spedito e senza sosta in città il lavoro del Viceprefetto Amendola e dello staff di esperti composto tra gli altri dal maggiore Apicella, dalla funzionario D’Ovidio , dal comandate della Guardia di Finanza Fusco e dal capitano Avagnale supportati dagli uomini della Direzione Investigativa Antimafia guidati dal comandante Iannaccone, che ha il compito di fare chiarezza sull’operato dell’amministrazione comunale sulla scorta della relazione della Dda.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->