Scafati. Cavalcavia Longobardi in fiamme, si indaga

Scritto da , 10 Agosto 2015
image_pdfimage_print

Di Adriano Falanga

“E’ la terza volta in meno di dieci anni che quest’area prende fuoco, perché ai proprietari non viene chiesto di fare pulizia, considerata la stretta vicinanza con le abitazioni e con il cavalcavia Longobardi?” La protesta è di una signora sui 50 anni, scossa per le circa tre ore necessarie ai Vigili del Fuoco per spegnere l’incendio del deposito andato in fiamme. E’ il pomeriggio di venerdi quando per cause ancora da accertare dal deposito privato adiacente il cavalcavia in questione si sprigionano lingue di fuoco. Sul posto immediatamente la Polizia Municipale guidata dal maggiore Alfredo D’Ambruoso che ha prestato un primo intervento sulle fiamme, poi l’autobotte dei Vigili del Fuoco.

Sembrerebbe, da un primo rilievo, che la natura dell’incendio sia dolosa, ma saranno i Carabinieri della locale Tenenza guidata dal Tenente Saverio Cappelluti ad approfondire le indagini. L’autobotte dei pompieri è stata costretta più volte a recarsi nella frazione di Bagni per il rifornimento d’acqua e questo perché, sembrerebbe, l’idrante appena montato proprio per le emergenze vicino la nuova fontana/rotonda sul corso Nazionale, sia risultata inadeguata all’uso, per la pressione troppo bassa.

2-incendio

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->