Scafati. Casciello sfida i grillini: “Dov’è la denuncia di Tofalo?”

Scritto da , 16 ottobre 2015

Di Adriano Falanga

“Ad un mese di distanza dall’arrivo di Tofalo,  con vivo rammarico apprendo che nessuna iniziativa è stata intrapresa ne dallo stesso deputato ne dall’associazione Scafati in Movimento, parodia locale del M5S nazionale”.  Mimmo Casciello, consigliere di maggioranza, a distanza di oltre un mese dall’arrivo di Angelo Tofalo, lancia una stoccata all’indirizzo degli attivisti scafatesi. Il deputato salernitano del movimento grillino fu in tour il 4 settembre presso il tristemente noto fiume Sarno accompagnato dai militanti di Scafati in Movimento, documentando fotograficamente i numerosi scarichi abusivi, o presunti tali, che d’Estate contribuiscono alla puzza del corso d’acqua, rendendo l’aria irrespirabile per gli scafatesi. Non mancò una polemica su di una annunciata (e mai diffusa) denuncia alla Procura da parte dell’amministrazione. “Nonostante ci sia stato qualche politicante che ha cercato di cavalcare l’onda di questo malcontento senza risolvere però la annosa problematica – spiegavano i grillini – Noi siamo invece in prima linea insieme ai nostri rappresentanti per cercare di ripristinare la normalità e far pagare realmente chi inquina. I parlamentari del M5S non vengono a Scafati solo in periodo di campagna elettorale come tanti altri, seguiranno oltre ad atti politici quali interrogazioni e sollecitazioni sia parlamentari che regionali, incontri con il Prefetto ed altri organi competenti, anche una dettagliata denuncia alla Procura della Repubblica per tutti i reati individuabili e perseguibili secondo legge – infine lanciavano la stoccata – Denuncia che sarà diramata in copia, e non in proclami”.

La stagione conserviera è chiusa, ma della denuncia e dell’incontro con il Prefetto, nessuna notizia. Tofalo è tornato a Roma, a discutere con i colleghi di massimi sistemi politici, lasciando soli i compagni di movimento locali. “Se per scrivere una denuncia alla Procura della Repubblica di Nocerà o per presentare una interrogazione parlamentare hanno finito l’inchiostro nella stampante lo dicano chiaramente – ironizza oggi Casciello – In caso contrario legittimamente siamo tenuti a pensare che la loro sia stata esclusivamente una delle tante passerelle politiche che di certo non risolvono il problema del Canale San Tommaso e del Sarno. Il loro risanamento  deve essere una  battaglia unitaria che prescinde dal colore politico di ognuno. Per questa ragione con entusiasmo avevo appreso della visita  del deputato salernitano Angelo Tofalo del Movimento 5 stelle tra l’altro componente della Commissione Ambiente alla Camera dei deputati – aggiunge ancora Casciello, che lancia un invito agli attivisti di Scafati in Movimento – Rafforzino  le nostre ragioni unendosi  alle 1250 sottoscrizioni che abbiamo già raccolto in un esposto presentato al Procuratore Capo della Procura di Nocera affinché si adoperi agli opportuni controlli, per individuare eventuali responsabilità e punire penalmente i colpevoli. Ciò in attesa dei riavvio dei lavori del collettore sub 1 che consentirà il convogliamento dei reflui ad depuratore”

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->