Scafati. Cagnolino salvato da una campana di vetro

Scritto da , 24 settembre 2015

SCAFATI. Vigili e cittadini salvano un cagnolino intrappolato. Erano circa le 10 di ieri mattina che in via Dante Alighieri, alle spalle del santuario di Bagni, quando una donna,  mentre gettava del vetro nella campana per lo smaltimento, ha udito dei latriti. I lamenti hanno attirato l’attenzione anche dei residenti delle abitazioni vicine. La signora è corsa in un primo momento in un bar vicino per chiedere aiuto mentre altri cittadini scendevano in strada per appurarsi della provenienza di quei lamenti, di quello che già si presupponeva fosse un cagnolino rimasto intrappolato. La folla interessata è aumentata. Nel frattempo è  stata allertata la polizia municipale che immediatamente si è precipitata sul luogo. Anche loro hanno cercato di afferrare il cagnolino che gironzolava tra bottiglie e vetri rotti rendendo il suo salvataggio sempre più difficoltoso, aumentando il rischio che si potesse ferire e morire dissanguato.  Si è pensato di chiamare la ditta che gestisce le campane per il vetro quando Julia, una donna presente, è corsa a comprare un retino da pesca con il quale ha raccolto il cucciolo con l’aiuto dei vigili urbani. Julia, aiutata dalla cognata Fabiana, hanno messo il retino da pesca nella campana da uno dei due fori presenti sul lato superiore e gli agenti municipali lo hanno raccolto finalmente dall’altro foro. Non si conoscono i motivi per i quali il cagnolino si trovasse nella campana e non si esclude il gesto di un idiota.

Il cagnolino è stato chiamato Fortuna.

Gennaro Avagnano

La donna che ha salvato il cane dalla campana di vetro

La donna che ha salvato il cane dalla campana di vetro

Consiglia