Scafati. Bufera politica sullo Scarlato, rinviata la Commissione Sanità

Scritto da , 15 dicembre 2015

Di Adriano Falanga

Bufera politica sulla convocazione della Commissione Sanità in Regione Campania. Prevista per oggi, è stata poi annullata dopo le rimostranze del sindaco Pasquale Aliberti. Questi i fatti: L’onorevole regionale Alberigo Gambino chiede, ed ottiene, la convocazione della V commissione regionale Sanità con all’ordine del giorno anche l’ospedale di Scafati “Mauro Scarlato”. Fin qui nulla di male, se non fosse che l’esponente di Fratelli D’Italia convoca personalmente in audizione il sindaco Pasquale Aliberti e i rappresentanti delle opposizioni consiliari e movimenti civici, escludendo i consiglieri di maggioranza che pure si sono impegnati per la riapertura del nosocomio scafatese. “Nessun esponente della mia maggioranza è stato convocato, neanche chi in Consiglio ha la delega sulla Sanità. In compenso, però, l’invito è arrivato ai consiglieri di opposizione. Avrei preferito, inoltre, che la convocazione fosse stata inviata dal Presidente della stessa Commissione on. Lello Topo nel rispetto delle competenze e dei ruoli istituzionali – ha scritto Aliberti in una nota stampa – Non potendo intervenire alla discussione ho inviato a tutti i componenti della Commissione il deliberato ultimo approvato in Consiglio Comunale e condiviso da maggioranza e opposizione sulle attività da intraprendere nell’immediato e nella prospettiva per favorire il reinserimento del P.O. di Scafati nella rete dell’emergenza e che più volte abbiamo denunciato sul piano politico e legale”. Poi la stoccata: “Sulla Sanità è inutile fare farse o sceneggiate che rischiano di creare pie illusioni solo per salvare la faccia di politici che su questa materia non hanno nessuna competenza”.

Sulla stessa posizione anche Brigida Marra, consigliera delegata alla Sanità: “Mi fa piacere che il consigliere Gambino, pur non essendo il Presidente della Commissione Sanità, abbia convocato una parte della politica locale. È però doveroso da parte mia, per rispetto verso il ruolo istituzionale che svolgo nell’interesse dell’amministrazione con delega alla sanità, precisare e ricordare a chi, vorrebbe furbamente tentare oggi di screditare altri che, se lo Scarlato è ancora un argomento attuale, sul quale, si può ancora ragionare è solamente merito del lavoro che fino ad oggi, è stato messo in campo sul piano politico e legale dall’amministrazione Aliberti e dal consigliere Paolino in Regione Campania”. Marra ricorda quella che sarebbe, secondo lei, l’ultima vittoria del lavoro svolto: “Ricordo infatti, lo straordinario risultato del falso ideologico accertato nei confronti dell’ex Commissario dell’Asl di Salerno (Maurizio Bortoletti, ndr) che ha confermato il falso presupposto della chiusura, la Sentenza del TAR che ha accertato la violazione del diritto alla salute dei cittadini di Scafati, le numerose istanze, diffide e denunce – infine chiosa – Non è una questione di colore politico ma di rispetto verso chi ha di fatto lavorato, non permetto a nessuno di sminuire anche solo in maniera implicita, il lavoro fino ad ora da noi svolto per mantenere accese la luci sul M. Scarlato”.

Arriva nel pomeriggio il rinvio della convocazione, a comunicarlo lo stesso Aliberti: “Un gesto di grande correttezza istituzionale da parte del Presidente Topo e dei componenti della stessa Commissione nei confronti del Sindaco e dei consiglieri di maggioranza peraltro non invitati alla discussione. Si è evitato il rischio, in questo modo, che un argomento serio potesse diventare solo una sceneggiata e una passerella politica. Auspichiamo, invece, che sull’argomento venga convocato al più presto un tavolo tecnico con interlocutori titolati”.

Consiglia