Scafati. Anche il Controllo di Gestione privo di requisiti. Protestano i grillini

Scritto da , 20 ottobre 2015
image_pdfimage_print

Di Adriano Falanga

Oltre al Nucleo di Valutazione, a Scafati come organo di controllo autonomo e indipendente c’è anche il Controllo di Gestione (entrambi sostituiscono l’Organismo indipendente di Valutazione, Oiv). Il Controllo di Gestione verifica il grado di attuazione degli obiettivi prescelti ed assegnati ai dirigenti e al personale responsabile di unità organizzativa, da rimettere al Nucleo di Valutazione. Anche questo organismo è composto da sette componenti. Presidente è Matrone Ivan, dottore commercialista. Componenti Cirillo Gennaro, ragioniere; Padovano Mario, geometra iscritto alla facoltà di ingegneria; Angelo Romano, laurea infermieristica; Visone Immacolata, una laurea in fisioterapia; Sisto Vitiello, diploma magistrale e dirigente sportivo, infine De Felice Adriano, ragioniere già guardia giurata e curiosamente, nel suo curriculum si legge alla voce “esperienze lavorative”: Collaboratore di massaggi in centro privato. Anche qui troviamo ex candidati in liste a sostegno del sindaco, per loro compenso di 4.250 euro annui. Sono scelti per nomina sindacale. E’ evidente che i requisiti richiesti dalla delibera dell’Anac 12/2013 non sono in alcun modo soddisfatti.

“Chiediamo alla segretaria generale di verificare la sua posizione sia per quanto riguarda i titoli che la compatibilità – così gli attivisti di Scafati in Movimento –  Basta con questi sistemi che vedono persone presenti in più ruoli in più comuni , palesi sarebbero anche i conflitti di interesse che si possono intravedere e accadere. Le figure professionali a cui rivolgersi ci sono e non possiamo consentire o non dissentire che a stare ai soliti posti ci siano sempre le solite e stesse figure “.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->