Scafati. Ametrano: “Altro che fallimento della Scafati Sviluppo”

Scritto da , 17 luglio 2015
image_pdfimage_print

Di Adriano Falanga

“La società chiuderà il 2015 in attivo, altro che fallimento”. Spegne le polemiche Mario Ametrano, amministratore delegato della Scafati Sviluppo, a seguito delle perplessità esternate da Mario Santocchio, consigliere Fdi. “Molto probabilmente, per il 2015 Scafati Sviluppo sarà il primo esercizio a non chiudere in perdita. Nei mesi di settembre e ottobre prossimi inizieranno le consegne dei moduli C e B (ventidue)” spiega Ametrano a margine del Cda. ”Facciamo presente che per quanto riguarda il Centro Direzionale, la cui realizzazione, il consigliere ritiene sia svanita, esiste una manifestazione d’interesse aperta, anzi, è intenzione del cda di Scafati Sviluppo, una volta terminato il Polo Produttivo, occuparsi anche di questo secondo lotto che completerà la riqualificazione dell’area – continua ancora l’A.D. – il mutuo con la BNL è stato ridotto alle stesse condizioni preesistenti. Tutti i prestiti del Comune alle proprie partecipate, per rispondere alle perplessità di Santocchio, si intendono postergati e compensati alla fine della realizzazione dell’opera”.

Nessun fondo perduto quindi, contrariamente a quanto gli stessi revisori dei conti avrebbero contestato nella loro relazione al Bilancio di Previsione 2015. “La nostra politica, quella dei fatti, si contrappone ancora una volta a quella dell’odio e della denuncia che prova a fermare le grandi opere e i tanti cantieri che abbiamo aperto e ci apprestiamo ad aprire – così il sindaco, Pasquale Aliberti, senza mancare la stoccata – Contro i nostri oppositori e contro chi cerca di fermare lo sviluppo e il cambiamento di Scafati andiamo avanti per la nostra Città e per gli imprenditori che hanno creduto nel nostro operato”.

1-capannoni

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->