Scafati. Aliberti su D’Alessandro: “Mi denunciava perché aveva paura per la sua incolumità e allo stesso tempo prendeva incarichi fiduciari da questa amministrazione”.

Scritto da , 6 ottobre 2015

 In merito all’ordine del giorno del cda di questo pomeriggio presso il Consorzio delle Farmacie, in cui si discuterà di una possibile transazione proposta dall’avv. D’Alessandro, il sindaco di Scafati, Pasquale Aliberti: “Scopro con mia somma meraviglia che l’avvocato D’Alessandro, continua a gestire incarichi legali per il Consorzio e partecipate di questa amministrazione. Eppure è lo stesso che nel 2013 mi denunciava ai Carabinieri insieme alla moglie perché avevo ‘…istaurato nei sottoscritti querelanti -D’Alessandro e moglie – un perdurante stato d’ansia che ci vedono spesso costretti a rinchiuderci nelle mura domestiche o nei luoghi destinati alla professione con conseguente privazione d’ogni vita di relazione’ e contemporaneamente prendeva incarichi fiduciari da questa amministrazione. Purtroppo ancora una volta si riscontra in questi personaggi la consueta politica dei due forni, di chi stigmatizza l’operato di questa amministrazione, bollandola come camorrista, clientelare, vergognosa e dall’altro acchiappa pubblicamente incarichi ben remunerati dalla stessa. Pecunia non olet. Alla luce delle feroci denunce subite da questo consigliere, è normale che lo stesso continui a svolgere incarichi per partecipate del Comune di cui sono sindaco? Se la questione  economica va al di là della paura per la propria incolumità, così come ha denunciato, allora lo comprendo. E’ inaudito, però, che svolga attività legale per una partecipata del Comune di cui è consigliere”.

La Replica di D’Alessandro

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->