Scafati. Aliberti: “rotazione assunzioni per tre mesi”. Acse: “impossibile, solo 15 gli assunti”

Scritto da , 7 Agosto 2015
image_pdfimage_print

Di Adriano Falanga

Non è possibile effettuare la rotazione delle assunzioni estendendola a tutta la graduatoria per tre mesi alla volta, lo Scrive l’Acse a Pasquale Aliberti. La richiesta era pervenuta ai vertici della partecipata dal primo cittadino, quale risposta alle polemiche (e alle denunce) di chi sosteneva che i 15 assunti erano nomi già “conosciuti”. “Nel recepire il Suo invito, condivisibile certamente sotto il profilo sociale  -scrivono il direttore generale Salvatore De Vivo e il Presidente Eduardo D’Angolo – occorre subito rilevare che dal punto di vista giuridico, almeno per il 2015, ciò non risulta possibile, per come è stata strutturata la deliberazione di cda del 07.04.2015 ed il relativo bando di concorso”.

Impossibile, ma non era difficile prevederlo, cambiare le regole a giochi fatti. “La suddetta deliberazione ha previsto che i 15 operatori ecologici, compreso il riservista, fossero assunti dal giorno del completamento dell’iter procedimentale del reclutamento fino al 31.12.2015. Lo scorrimento della graduatoria, per il 2015, è previsto solamente per ulteriori esigenze di reclutamento di personale oltre le suddette 15 unità lavorative” chiariscono dalla partecipata. Una possibilità, seppur remota, c’è dal 2016: “se non si costituisce l’ATO Salerno, e nel PEF del Comune di Scafati si prevedono i costi per la manodopera suppletiva si è liberi di scegliere il periodo di rotazione, che può essere come lei suggerisce”. In poche parole, il Comune dovrebbe però prevedere la maggiorazione eventuale sui costi della società, che potrebbe anche significare una Tari più esosa nel 2016.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->