Scafati. Aliberti apre la crisi di maggioranza: “pronto a dimettermi se…”

Scritto da , 29 dicembre 2015

Di Adriano Falanga

Una conferenza convocata d’urgenza a poche ore dall’ultimo consiglio comunale, nel quale è stata messa la parola fine al procedimento della decadenza. “Se il consiglio comunale si blocca sull’approvazione dei verbali precedenti, qualcosa non va – spiega il primo cittadino – prendo atto che una maggioranza non c’è più”. Apre la crisi Aliberti e annuncia che subito dopo le feste natalizie chiederà un consiglio comunale in cui porterà le sue dimissioni irrevocabili, contestualmente all’azzeramento della giunta e dei consigli di amministrazione di ogni partecipata. “Chiederò una verifica di maggioranza, ma non voglio tredici consiglieri disposti a darmi una generica fiducia, voglio tredici sì su alcuni punti fondamentali per andare avanti fino al 2018″.  Il primo cittadino spiega che farà una ricognizione della volontà dei suoi consiglieri tramite riunioni di maggioranza, vuole la condivisione di quattro punti: Programmazione opere Più Europa, Puc, nuovo bilancio, e impasse istituzionale provocato dal presidente del consiglio comunale Pasquale Coppola”. Tradotto, significa volere tredici consiglieri: “spero tutti della maggioranza uscita dalle urne” che condividano questi punti, finanche la sfiducia al presidente del consiglio comunale”.

Domani su Cronache i dettagli

Consiglia