Scafati, a Imola l’ultimo treno play off

Scritto da , 19 Aprile 2013
image_pdfimage_print

Ultime chance di proseguire il proprio cammino stagionale oltre la regular season per la Givova Scafati Basket. I gialloblù saranno impegnati stasera nell’anticipo televisivo di Rai Sport 2 sul campo dell’Aget Imola, assetato di punti per evitare l’ultimo posto. Una gara crocevia per entrambe le formazioni, specie per i salernitani in cerca punti pesanti per mettere al riparo i play off, dopo essere scesa all’ottavo posto (24 punti attualmente, 12 vittorie13 ko, nel ritorno solo 3 successi in 11 gare) quando a fine andata si è giocata il titolo di campione d’inverno a Barcellona, ora incalzata a soli 2 punti  alle spalle soprattutto dalla matricola terribile Bitumcalor Trento (con cui è anche sotto 0-2 nello scontro diretto), più attardate Fileni BPA  Jesi e Upea Capo d’Orlando a quota 20. In settimana coach Cavina, natio di Castel San Pietro (a pochi passi da Imola), cercherà di avvalorare il detto nemo propheta in patria sbancando il Pala Ruggi: ” Stiamo abbastanza bene, avendo recuperato Ghiacci e Mays al meglio. C’è da parte nostra la volontà di andare oltre le difficoltà di questo periodo cercando di tirarci fuori da una situazione di rottura creatasi in questo girone di ritorno. C’è voglia di riprendere la marcia e vogliamo farlo nella partita di domani. Imola non ha mai perso in casa nel 2013 nonostante l’assenza di un americano. Sta facendo valere la legge casalinga nel 2013: giocano una pallacanestro molto concreta, tattica che ha l’obiettivo di rompere le abitudini delle squadre avversarie. Imola ti fa giocare bene grazie la sua difesa. C’è grande rispetto di Imola e grande voglia di ritrovare la vittoria. Play off? E’ una lotta aperta a tante squadre: nonostante perdura la nostra situazione di assenza di playmaker vogliamo assolutamente centrare l’obiettivo che ci ha posto la società.” Sulla stessa falsariga del tecnico anche il top player del quintetto campano, Mays, e Patrick Baldassarre: “Siamo in un momento difficile: dobbiamo assolutamente rialzarci e centrare i play off. Sinceramente con tutto il rispetto possibile per gli avversari che incontriamo, noi dobbiamo preoccuparci di noi stessi. Abbiamo tutte le carte in regola per essere una delle squadre piu’ forti del campionato: dipende solo da noi. Adesso andiamo ad Imola in una partita per noi fondamentale. Loro nonostante siano ultimi sono una buona squadra. Gay? E’ un buon giocatore, come lo sono Valenti e Foiera. Imola è una squadra giovane ma combattiva e mai doma. Mi piace tanto il basket italiano e a Scafati mi trovo davvero bene. Ora però dobbiamo concentrarci solo sulla partita di domani.” Sarà una gara particolare anche per l’ex di turno Gennaro Sorrentino: “Torno ad Imola da ex ma sinceramente non mi importa altro che arrivare alla vittoria. Domani può esserci Imola o la Montepaschi Siena, noi abbiamo l’obbligo di vincere. Palamangano terreno di conquista? Mi sembra un pò esagerato usare quest’espressione. Certamente quest’anno abbiamo subito qualche sconfitta casalinga di troppo.” Palla al centro alle ore 20.45, arbitreranno Morelli di Brindisi coaudivato da Pascotto di Portogruaro e Cherbaucich di Trieste. 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->