Sarno, Ruba corrente all’Enel, condannato ad un anno

Allaccia il proprio contatore sulla rete pubblica dell’Enel: condannato a un anno di reclusione un 69enne sarnese per danno arrecato proprio alla società erogatrice del servizio. La condanna del Tribunale di Nocera Inferiore arriva a capo di un dibattito ordinario durato tre anni circa. La storia però riguarda il 2014 quando l’uomo si era allacciato abusivamente alla rete Enel senza possibilità di registrare il consumo effettivamente praticato. Fu una soffiata a portare i militari dell’Arma direttamente a casa sua dove, all’atto dell’ispezione, fu appurata la presenza di energia elettrica in casa senza che il suo contatore fornisse segnali di vita. Praticamente era zero. Accertamenti e verifiche furono infatti svolte dai carabinieri nel corso di un’ispezione, con il supporto tecnico del personale Enel per comprovare l’ammanco e le modalità di sottrazione dell’energia. L’attività fu coordinata dalla Procura di Nocera Inferiore. Nella successiva quantificazione per l’ammanco a danno della società, furono individuati quantitativi pari a circa 22mila kilowatt, con danno economico pari a oltre 3300 euro. La vicenda giudiziaria teneva conto di una serie di precedenti a carico dell’imputato. Giorni fa la sentenza di primo grado, verso la quale la difesa potrà presentare ora ricorso in appello dopo aver letto le motivazioni del verdetto emesso dal giudice monocratico del Tribunale di Nocera Inferiore.