«Saranno investiti 8,5 milioni di euro per il nuovo Palazzetto dello Sport»

Scritto da , 8 Settembre 2020
image_pdfimage_print

«Abbiamo deciso di utilizzare le risorse che avevamo risparmiato nell’organizzazione delle Universiadi per finanziare tutta una serie di impianti sportivi rimasti incompleti. Saranno investiti, dunque, 8,5 milioni di euro per riprendere e completare il Palazzetto dello Sport». A dichiararlo è il presidente della Regione Vincenzo De Luca, nel corso della presentazione del nuovo progetto del palazzetto dello sport di Salerno, tenutasi ieri mattina presso il Mediterranea Hotel: «Dopo aver completato il finanziamento per alcuni impianti di Napoli, abbiamo approfittato di questa occasione per stanziare altri fondi per il completamento del palazzetto. Mi preme specificare che il palazzetto dello sport di Salerno è l’unica delle grandi opere ad essere rimasta incompiuta, a causa del fallimento dell’impresa vincitrice della gara d’appalto. L’occasione per portarla a termine, dunque, era troppo ghiotta e non ce la siamo fatta sfuggire». Successivamente, De Luca ha illustrato quanto e come il nuovo impianto potrà, eventualmente, essere utilizzato: «Lo spazio sarà destinato allo svolgimento di numerose pratiche sportive, ma non solo. La capienza sarà di oltre 5mila posti a sedere, funzionale allo svolgimento di grandi eventi e di competizioni agonistiche a carattere nazionale come, ad esempio, il campionato di Serie A di basket. Sarà possibile ospitare anche numerose discipline indoor, rendendo l’impianto quanto più polivalente possibile. Inoltre, si lavorerà ad una copertura molto simile a quella realizzata per l’Allianz Arena di Monaco di Baviera. La struttura presente, rimasta allo stato grezzo, sarà inglobata nel nuovo progetto e servirà anche per attività di biglietteria e di ristoro, oltre che di attività di spettacolo, di congressi e di tempo libero. Quest’opera – conclude il governatore – potrà garantire un rilancio turistico della città, nonché la riqualificazione urbanistica del litorale orientale. Con la demolizione dell’ex complesso Marzotto, il completamento di Marina d’Arechi, la realizzazione dell’area parcheggio e, appunto, il completamento del palazzetto, si creano le precondizioni per spingere per la realizzazione il ripascimento del litorale fino a Pontecagnano. Credo che per avere un progetto esecutivo del nuovo palazzetto ci vorranno non meno di due mesi, più i tempi necessari per la gara d’appalto. Mi auguro di veder inaugurato il cantiere entro e non oltre la prima metà del prossimo anno».

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->