Salti tricolori per i binomi salernitani

Scritto da , 4 Agosto 2021
image_pdfimage_print

di Olga Chieffi

Ancora una conferma per i nostri cavalieri ai Campionati nazionali di equitazione che si sono svolti nello scorso fine settimana negli impianti umbri del centro ippico Regno Verde di Narni. Una kermesse che ha visto gareggiare gli allievi nello stesso concorso con i propri istruttori, ove si è vissuto del confronto dello stile di quanti hanno in mano il futuro dell’equitazione, iniziando a questo sport che parla lo stesso linguaggio dell’arte, i propri allievi, i quali hanno potuto, così, ammirarli anche all’opera. Tante le categorie in cui si è passato dal metro dei children alla 1,15 dei brevetti Junior e anche degli istruttori brevetti, sino alla 130, in cui hanno concorso i tecnici di I e II grado. Tre i binomi salernitani ai nastri di partenza: Alessia Citro con Caylan LZ nella categoria Critérium brevetti Junior (altezza dei salti 115 cm) , il fratello Domenico Bruno Citro con Grosz nella categoria Critérium brevetti Children (altezza 110 cm) ambedue allievi del centro ippico DEC con l’istruttore Gianluca Crudele, e Riccarda Battani su Gretje Van’t Smeedshof nel Trofeo brevetti Children (altezza centimetri 100) del Centro Ippico Campano, allenata dall’istruttore Giovanni Petrone che, nell’occasione si è avvalso della collaborazione del tecnico Andrea Corsale. Alessia già medaglia d’oro agli scorsi campionati regionali, parte brillantemente il primo giorno di gara con un doppio percorso netto, conferma una buona prestazione il secondo giorno, purtroppo un piccolo incidente nell’ultima prova la fa escludere dalla classifica generale. Bene anche per suo fratello Domenico Bruno, bronzo ai regionali che dopo tre giorni di gare riesce a concludere il suo campionato al nono posto nella classifica nazionale. Riccarda, anche lei medaglia d’oro ai campionati regionali con il suo pony Ron Man conferma in questo nazionale il suo stato di forma Con una nuova compagna di gara piazzandosi il primo giorno alla nona posizione, il secondo giorno alla quinta e il terzo giorno alla Terza sfiorando così il podio con un meritatissimo quarto posto nella finale de campionato italiano.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->