Salerno vetrina di eccellenze I sapori del Sud protagonisti

Scritto da , 7 Settembre 2019
image_pdfimage_print

Buona la prima per Gusto Italiano. La seconda edizione dell’evento enogastronomico dell’anno ha preso il via ieri in Piazza della Concordia. Stand, esposizioni di prodotti tipici dell’enogastronomia locale, show cooking e uno spazio per i prodotti a denominazione comunale hanno contraddistinto la prima giornata della manifestazione. Il taglio del nastro si è tenuto ieri mattina alle ore 12, alla presenza dell’assessore al commercio Dario Loffredo e del presidente della Claai Gianfranco Ferrigno, che ha salutato con soddisfazione l’avvio dell’evento. Il numero uno dell’unione salernitana delle libere associazioni artigiane italiane ha in particolare soffermato l’attenzione sul ruolo dei prodotti a denominazione comunale come potenziale volano di sviluppo del territorio salernitano. “Ci ho tenuto ad essere presente come rappresentante delle istituzioni a quest’evento – ha commentato l’assessore Dario Loffredo – L’enogastronomia di eccellenza può rappresentare un volano di sviluppo per il nostro territorio”. “Quest’iniziativa sta crescendo anche grazie alla nostra attenzione per i prodotti di nicchia non solo in quantità ma anche in qualità – ha affermato Ferrigno – Dobbiamo essere fieri di quella parte di nazione che produce vera economia”. Tantissime e capaci di accontentare tutti i gusti le specialità esposte, quasi tutte provenienti dal Mezzogiorno e dai suoi angoli più nascosti, dalle conserve cilentane, ai salumi irpini, dalla nduja di Spilinga alle conserve di pesce piccanti di Amantea, passando per il miele del Pollino e le melanzane di Rotonda dop, solo per citarne alcune tra le più rappresentative. Dopo l’inaugurazione, non sono mancati piacevoli momenti laboratoriali: il primo ha visto protagonista il peperone di Teggiano detto “sciuscillone”, presentato dal patron dell’azienda I Segreti di Diano Pietro d’Elia. In serata, invece, i riflettori si sono accesi sul tartufo dei Monti Picentini, rivisitato per l’occasione dallo chef Michele di Martino di Casamare. La giornata di domani vedrà invece protagonisti la mandorla di Amendolara de.co., presentata alle ore 19 dal primo cittadino Salvatore Antonio Ciminelli, mentre la chiusura della serata vedrà sotto i riflettori il tortino di melanzana rossa di Rotonda dop con caciocavallo podolico, la cui ricetta verrà presentata dall’agriturismo Calivino, sito nel comune lucano.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->