Salerno sommersa dai rifiuti

Scritto da , 29 agosto 2018
image_pdfimage_print

Erika Noschese

Dal cuore pulsante della città alla zona orientale, invertendo l’ordine dei fattori il risultato non cambia. Il riferimento è, ovviamente, al degrado in cui versa – ormai da tempo – la città di Salerno. Stando a quanto denunciano molti cittadini, negli ultimi giorni l’area antistante la porta di ingresso della chiesa del Sacro Cuore in Piazza Ferrovia è stata a più riprese inondata da rifiuti cibari e non solo. La situazione di degrado che ha colpito una delle principali piazze della città ha allarmato i volontari dell’associazione Amici del Sacro Cuore che hanno provveduto a chiedere all’amministrazione comunale di Salerno di ripulire la zona. Ed il Comune lo ha fatto ma si tratta di un intervento che è necessario ripetere nel tempo, considerando la situazione nella quale versa ogni mattina l’entrata della chiesa con fra Vittorio costretto ad intervenire in prima persona per restituire decoro pubblico dopo i bagordi notturni. Per queste ragioni, i cittadini hanno richiesto agli amministratori una presa di posizione per rendere maggiormente sicura tutta l’area adiacente la Stazione centrale. Altro punto critico della città è la zona orientale. Nello specifico, il parcheggio di fronte la Chiesa Volto Santo in via Rocco Cocchia è uno di quei punti dimenticati da tutto e tutti. Ogni sera in un’area dove tra cani che passeggiano e bambini che giocano, ci si deve imbattere in un degrado ed un senso di inciviltà spaventoso, come denunciano alcuni residenti della zona, costretti a fare lo slalom tra lattine di bevande, bottiglie di vetro, medicinali scaduti, siringhe, sacchetti di fast-food e altri residui organici. Per non parlare dell’illuminazione pubblica e della sicurezza: ogni sera tra attività e movimenti illeciti, i residenti delle abitazioni limitrofe non bagordi notturni. Per queste ragioni, i cittadini hanno richiesto agli amministratori una presa di posizione per rendere maggiormente sicura tutta l’area adiacente la Stazione centrale. Altro punto critico della città è la zona orientale. Nello specifico, il parcheggio di fronte la Chiesa Volto Santo in via Rocco Cocchia è uno di quei punti dimenticati da tutto e tutti. Ogni sera in un’area dove tra cani che passeggiano e bambini che giocano, ci si deve imbattere in un degrado ed un senso di inciviltà spaventoso, come denunciano alcuni residenti della zona, costretti a fare lo slalom tra lattine di bevande, bottiglie di vetro, medicinali scaduti, siringhe, sacchetti di fast-food e altri residui organici. Per non parlare dell’illuminazione pubblica e della sicurezza: ogni sera tra attività e movimenti illeciti, i residenti delle abitazioni limitrofe non

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->