Salerno Sistemi andrà avanti

Scritto da , 8 gennaio 2015
image_pdfimage_print

Salerno Sistemi andrà avanti per la sua strada. La società partecipata del Comune di Salerno, confluita nella Salerno Energia holding, manterrà la linea nazionale e seguirà la procedura indetta dal governo Renzi in caso di morosità. Infatti provvederà alla sospensione idrica per l’utenza che non pagherà il bene di prima necessità e non risulterà realmente in difficoltà economiche. L’acqua è purtroppo al giorno d’oggi una risorsa scarsa e in quanto tale va tutelata, rispettata e pagata, ma forse non può diventare un bene lussuoso per la popolazione. La conferma della decisione giunge dal direttore generale della Salerno Energia holding, Matteo Picardi. “C’è una parte consistente della popolazione che ha capito l’importanza di questo bene, ma c’è un’altra parte che non ha chiaro il concetto e che purtroppo marcia su un problema come la crisi economica che sta vivendo il nostro Paese” – commenta Picardi. I comitati contrari al distacco delle forniture dell’acqua hanno protestato per la nuova normativa, ma la direzione generale di Salerno Sistemi aveva provveduto già ad un incontro prima di Natale, nel quale venivano spiegate le motivazioni, le nuove decisioni e possibili soluzioni, dove i dirigenti della ditta che si occupa della fornitura pubblica avrebbe mostrato piena disponibilità e soprattutto dimostrato l’attenzione alle problematiche dei meno fortunati. “Il comitato ha chiesto un atteggiamento elastico verso le famiglie disagiate, atteggiamento già adottato in quanto esiste la possibilità di rateizzare l’importo della bolletta, uguale per tutti, ma solo in seguito ad una dimostrazione effettiva delle difficoltà economiche che vive un nucleo familiare, per evitare che di questi tempi chi vuole fare il furbo se ne approfitti” – continua Picardi. Si costruirà quindi sulle basi gettate dal governo: “La linea che seguiremo sarà quella di recuperare il credito partendo dalle risorse primarie come l’acqua, bene prezioso, che va rispettato ma dall’altra parte troveremo un punto di incontro tra le esigenze delle vittime della crisi economica e le esigenze della nazione, infatti le persone con difficoltà avranno sicuramente un margine di respiro e potranno usufruire della fornitura dell’acqua rateizzando gli importi”. Inoltre il direttore generale di Salerno Energia ha evidenziato i numeri della morosità generale che riguarda tutta la nostra nazione e ha sottolineato: “La morosità dell’acqua è il doppio della morosità dell’elettricità e della fornitura del gas, quasi il 5%. Come mai in Italia quindi non si rispetta il pagamento di tutti i beni in egual modo?” e continua: “per quanto riguarda Salerno e i comitati, ci tengo a precisare che siamo sempre disponibili all’incontro e al dialogo, in quanto persone che gestiscono un bene pubblico e di vitale importanza”. Si può forse dichiarare conclusa la battaglia, che vede trionfare probabilmente la giustizia e tutta la cittadinanza.

Brigida Vicinanza

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->