Salerno, pronto il provvedimento per ridurre i gettoni di presenza

Scritto da , 7 settembre 2016
comune_salerno

di Andrea Pellegrino

Mentre in maggioranza c’è ancora malumore per la composizione delle Commissioni consiliari, ulteriore fibrillazione potrebbe essere provocata – da qui a breve – dalla annunciata riduzione dei gettoni di presenza destinati ai consiglieri comunali. L’atto infatti sarebbe già stato predisposto dagli uffici competenti e dovrebbe solo essere reso pubblico. Si parla, secondo indiscrezione, di una riduzione di circa il 50% del gettone di presenza dei consiglieri comunali. A quanto pare la decisione escluderebbe riduzioni di indennità per sindaco, assessori e manager di società municipalizzate nonostante le richieste giunte da maggioranza e opposizione rispetto alla questione. Il clima già teso a Palazzo di Città potrebbe dunque accentuarsi dopo l’ufficializzazione della disposizione. Nelle prossime ore i capigruppo di maggioranza potrebbero incontrare il primo cittadino Enzo Napoli di ritorno finalmente dalle ferie di agosto. Sono numerosi oramai i consiglieri comunali di maggioranza che attendono un chiarimento politico da parte del sindaco Napoli, fino ad ora assente nonostante il mancato avvio dell’attività politica e amministrativa a tre mesi dalla chiusura delle urne. Sembra che sia sfumata l’ipotesi di attribuzione di deleghe ai consiglieri comunali. Anche la delega alla Protezione Civile rispetto a quanto accaduto durante le scorse consiliature, potrebbe essere assorbita da un attuale assessore, nel caso specifico si dovrebbe trattare di Nino Savastano, che già mantiene l’assessorato alle Politiche Sociali. Anche questa mossa potrebbe incrementare la fronda degli scontenti della maggioranza. Il tutto mentre c’è chi come Ermanno Guerra attende il suo incarico di prestigio o chi come Nello Fiore, attuale consigliere regionale di Campania Libera che in Consiglio comunale a Salerno ha fatto eleggere il figlio Antonio, vuole restare attaccato alla poltrona dell’Asis, incarico quest’ultimo opzionato invece dai deluchiani. Tra i nomi in pole ora spunta quello di Geppino Parente.

Consiglia