La morte dell’attrice Marisa Rossi. E’ stata protagonista della compagnia di Ugo Piastrella

Scritto da , 8 Aprile 2021
image_pdfimage_print

di Monica De Santis

“Questa mattina abbiamo consegnato a Mamma le chiavi del Paradiso, certi – in questo dolore straziante – che da Lassù saprà guidarci e proteggerci, in particolar modo i suoi adorati nipoti Matteo e Nadia Maria”. Ha scritto così lunedì mattina sul suo profilo social Edoardo Rossi, per annunciare la dipartita della madre, l’attrice Marisa Rossi. Volto noto ed amatissimo, per il suo garbo e la sua gentilezza, Marisa è stata tra le protagoniste del teatro salernitano negli anni 70, 80 e 90, sino ai primissimi anni del 2000, ha sempre saputo conquistarsi con tanta semplicità l’affetto e la stima del suo pubblico e dei suoi colleghi. La sua carriera, seppur amatoriale ha inizio al Teatro Ridotto sul finire degli anni 70. Poi una pausa per seguire il marito Matteo che per motivi lavoratori fu trasferito lontano da Salerno. Quando ritorna in città, si rincontra con Ugo Piastrella che proprio in quel periodo stava dando vita alla sua compagnia “La Barcaccia” ed era in cerca di uno spazio dove poter aprire un proprio teatro. Marisa ed Ugo venuti a conoscenza dei locali liberi sotto la chiesa di Santa Maria della Consolazione, si recano a parlare con don Gaetano riuscendo a convincerlo a fittargli quello spazio. Nasce così nel 1989 il Teatro Nuovo. Ed è proprio sulle tavole di quel palcoscenico che Marisa al fianco di Ugo Piastrella interpreterà numerosi personaggi. Da Filumena Marturano, a Non ti Pagano, da Sabato Domenica e Lunedì a Natale in Casa Cupiello, Caviale e Lenticchie, solo per citarne alcuni “E’ stata una compagna di scena eccezionale – racconta Ugo Piastrella – ma soprattutto è stata un’amica. I nostri figli sono cresciuti insieme come fratelli, si era creato tra di noi un legale speciale, eravamo davvero parte della stessa famiglia. In scena era una perfezionista, attenta ad ogni particolare. Non le piaceva sbagliare o essere impreparata, o non sapere cosa dovessero fare gli altri. Non è mai mancata ad una prova, era la prima sempre”. “Un grande dolore. Un abbraccio caro”. scrive invece su facebook Pasquale De Cristofaro, che con Ugo e Marisa è stato tra i fondatori del Nuovo. Tino Iannuzzi, sempre attraverso i social ricorda così l’attrice salernitana: “La Scomparsa di Marisa un profondo dolore, un enorme dispiacere per una Persona buona, piena di amore per la vita e dedita sempre a prodigarsi per il bene comune ed il prossimo. Una intelligenza acuta e così vivace, con una splendida Umanità, con una grande passione per le attività culturali ed artistiche, l’amore ed il talento naturale e brillante per il Teatro. Una limpida motivazione per l’impegno civile. Marisa ha sempre avuto un esemplare e leale senso dell’Amicizia, sempre presente con il Suo sorriso, le Sue battute, la Sua simpatia, la Sua volontà di operare per la Comunità, nel segno di una forte ispirazione cattolico-democratica. Una Amica vera, preziosa, disinteressata e sempre vicina ed affettuosa in tutte le tappe della mia esperienza politica. Un abbraccio con affetto all’inseparabile ed amato Matteo ed all’adorato Eduardo, orgoglio e gioia infinita per Marisa”. “Quante volte sono stato tuo figlio o genero sulle scene. Quanti spettacoli, quante risate, quante belle serate insieme. Una grande amicizia la nostra. Come fare a meno di te, la mia Marisa grande. Ti abbraccio forte e ti vorrò sempre tanto bene”. E’ invece il ricordo di Francesco Esposito. I funerali di Marisa Rossi si sono svolti, nel pieno rispetto delle vigenti norme anti-covid ieri mattina alle ore 11, presso la chiesa di Santa Maria della Consolazione.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->