Salerno. Mattonelle al posto dello smartphone. Due napoletani cercano di rifilare il “pacco” ai turisti: denunciati

Scritto da , 21 luglio 2015
image_pdfimage_print

Comunicato del 21 luglio 2015

 

Gli agenti della Polizia di Stato appartenenti all’Ufficio di Polizia di Frontiera, Marittima e Aerea di Salerno, nell’ambito dei servizi di prevenzione e repressione dei reati all’interno dell’area portuale, intensificati nel periodo estivo caratterizzato dall’aumento dell’afflusso di turisti, hanno deferito all’Autorità Giudiziaria due uomini residenti a Napoli per concorso in tentata truffa.

I poliziotti, avendo notato la presenza sulla banchina del molo N° 10 del porto di un’autovettura con a bordo due giovani che indossavano tute arancioni e caschi antinfortunistica, hanno proceduto al loro controllo.

Alla vista della Polizia uno dei due ha tentato di sbarazzarsi di un “pacco” che è stato recuperato dagli agenti, i quali hanno proceduto alla loro identificazione.

Si tratta di un 38enne ed un 25enne, entrambi residenti a Napoli,  con numerosi precedenti penali a loro carico per reati contro il patrimonio, tra cui anche truffe, e che non risultano essere dipendenti di alcuna ditta operante nel porto.

Il pacco recuperato e sequestrato dai poliziotti conteneva alcune mattonelle avvolte in pezzi di giornale che i due malfattori, travisati da operatori portuali, avevano intenzione di rifilare a qualche ignaro turista sceso da una nave ormeggiata nel porto, facendo credere che il contenuto era uno smartphone di ultima generazione venduto ad un prezzo molto conveniente.

I due uomini sono stati, pertanto, denunciati e, inoltre, sussistendo fondati motivi per ritenere che vivono con proventi da attività illecite è stato emesso nei loro confronti il foglio di via obbligatorio con divieto di far ritorno nel Comune di Salerno.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->