Salerno già in tilt per le Luci

Scritto da , 14 ottobre 2015

di Marta Naddei Salerno comincia già a fermarsi per le Luci d’Artista. Mancano ancora venti giorni all’avvio della manifestazione di punta dell’amministrazione comunale di Salerno ma i primi problemi cominciano a farsi già sentire. Ieri mattina sono state le operazioni di montaggio delle prime e più piccole luminarie. In particolare, nella zona orientale il traffico ha subito forti rallentamenti a causa della presenza del grosso camion della ditta incaricata del montaggio nel mezzo della carreggiata. «Si auspica che l’ennesimo atto di superficialità amministrativa che ha creato non pochi disagi ai salernitani che percorrevano l’arteria principale che conduce da Mercatello in centro città e non pochi danni ai commercianti che, in alcuni casi, sono stati costretti a posticipare lo scarico merci – scrive in una nota il consigliere comunale Roberto Celano – possa indurre il governo cittadino a maggiore ponderazione ed a scelte più oculate nell’interesse della collettività ed al fine di “migliorare” la qualità della vita dei salernitani, che non meritano di rimanere prigionieri per ore in auto per motivi futili o superabili». Ma di Luci si è discusso anche nel corso della seduta di commissione Annona e turismo del Comune di Salerno, presieduta da Felice Santoro. Nello specifico, i consiglieri hanno affrontato la questione delle tariffe per i bus turistici: troppo pochi i 150 euro (già maggiorati rispetto allo scorso anno) che l’amministrazione vorrebbe far pagare ai mezzi che portano i visitatori a Salerno da fuori città. La commissione ha licenziato una proposta in base a cui nel corso della settimana la tariffa di sosta dovrebbe ammontare a 200 euro ad autobus che diventerebbero poi 300 per coloro che opteranno per visitare la città delle luci durante i fine settimana. Una proposta volta, sostanzialmente, a diluire il carico delle presenze durante tutto l’arco della settimana ma anche ad operare una sorta di “selezione” dei visitatori. L’aumento tariffario, però, rivelarsi un’arma a doppio taglio: già negli anni passati, infatti, era facile individuare autobus parcheggiati nei luoghi più impensabili pur di evitare il pagamento della sosta nelle aree dedicate. Ma l’evento Luci d’artista è protagonista praticamente un po’ ovunque: anche nel corso della riunione tra i sindacati e il segretario generale del Comune di Salerno Ornella Menna, si è finiti a parlate della luminosa manifestazione invernale. Basti pensare, infatti, che della parte variabile (ovvero quella destinata alla copertura dello straordinario inerente a progetti e programmi dell’amministrazione comunale) del fondo salario accessorio (oggetto di discussione dell’incontro tra le parti), ammontante a 465mila euro, una consistente somma sarà utilizzata proprio per sostenere i costi di straordinario durante il periodo dell’evento. Tra i nodi che non sono stati invece sciolti nel corso della riunione, quello relativo al corpo di polizia municipale che, in occasione di Luci d’artista, sarà monco dei circa 30 stagionali su cui invece ha potuto fare affidamento nel passato. Luminarie a parte, nel corso del vertice tra parte pubblica e sindacati – ritenuto abbastanza soddisfacente – sono emerse anche due possibilità importanti: l’apertura verso una progressione economica orizzontale e uno spiraglio per una rimodulazione della pianta organica.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->