Salerno, cane ucciso, la famiglia: ”Ci dissociamo, giusta pena per Antonio”

Scritto da , 17 febbraio 2017

E’ tornato a casa Antonio Fuoco, il salernitano che mercoledì ha ucciso una cagnolina. Dopo la denuncia dei vigili urbani, infatti, attenderà in libertà l’attesa del processo, con il Comune di Salerno e diverse associazioni animaliste hanno già annunciato che si costituiranno come parte civile.

Non si è fatta attendere la risposta della famiglia Fuoco che ha affidato in un comunicato poche ma tristi parole di sgomento e incredulità: “Siamo molto rammaricati per l’accaduto, solo ora troviamo un po’ di forza per scrivere queste due righe con il nodo in gola, e tanta rabbia. La famiglia si dissocia dalla suddetta persona che ha commesso questo increscioso crimine come si è dissociata in passato.

Siamo profondamente addolorati e crediamo in una giusta pena che valga da esempio anche per altri casi come questo. I nostri genitori dall’alto, speriamo non ce ne vogliano, per avere rabbia nei confronti di un loro figlio che porta questo cognome invano.”

Consiglia