Salernitani doc, la carica dei 176 lunedì al Comune

Scritto da , 25 ottobre 2015

Sono 176 i “salernitani veraci” che domani alle ore 16,00, nel Salone dei Marmi del Comune di Salerno riceveranno, dalle autorità presenti, la pergamena con l’attestazione di “Salernitano doc”. La cerimonia si terrà in occasione dell’ottava edizione del premio ideato e curato da un salernitano doc per eccellenza, il simpaticissimo e vulcanico Massimo Staglioli, presidente del circolo “Salernitani doc” e vicepresidente provinciale e regionale del “Movimento cristiano lavoratori”, un’associazione che si occupa di solidarietà e di promozione sociale, presieduta a livello regionale dall’avvocato Maria Rosaria Pilla, che ha collaborato all’organizzazione del premio e della tavola rotonda durante la quale si parlerà delle “Periferie dell’esistenza”. Dopo i saluti del dottor Michele Cutolo, Componente della presidenza nazionale dell’Mcl, introdotti dall’avvocato Maria Rosaria Pilla, moderati dal dottor Giuseppe Pantuliano, presidente della consulta diocesana delle aggregazioni laicali, relazioneranno sul tema l’Arcivescovo, Monsignor Luigi Moretti; il professor Giuseppe Acocella, coordinatore del Comitato tecnico scientifico dell’Osservatorio sulla legalità di Roma; il presidente dell’Ordine degli avvocati di Salerno Americo Montera, il giornalista Antonio Manzo e Luigi D’Antonio, coordinatore gruppo famiglie locali Ai.bi. La serata, presentata dalla giornalista Barbara Albero” proseguirà con la premiazione dei “Salernitani doc” che vedrà tra i premiati in quella che Staglioli ha definito la “Casa dei salernitani dsc”, i cittadini salernitani che con orgoglio hanno saputo identificarsi con la loro terra d’origine. Professionisti, imprenditori, medici, giornalisti, sacerdoti, ma anche casalinghe e operai, uniti da un forte sentimento d’amore e di appartenenza alla loro città che onorano quotidianamente con il loro lavoro. Tra questi, il dottor Pier Giorgio Turco, il medico oculista missionario, socio del Club Rotary Est, che per ben diciannove anni è andato in Africa a curare i bambini con gravi malattie agli occhi; il musicista e compositore Guido Cataldo, famoso sassofonista e direttore d’orchestra salernitano che nel lontano 1964, all’epoca dei Beatles fondò a Salerno il gruppo degli Astrali; il sacerdote don Natale Scarpitta, incaricato, dal Vescovo Moretti, per la pastorale giovanile, universitaria e vocazionale nell’Arcidiocesi di Salerno; il sacerdote Giuseppe Greco; il dottor Corrado Liguori, presidente del cda della Fondazione Scuola Medica Salernitana; il dottore commercialista Antonio Sanges , campione nazionale di scherma e attuale presidente dell’associazione “Salernitana Sporting”; l’attore, autore e regista Gaetano Stella, cirettore artistico Compagnia Animazione 90 e fondatore del Teatro delle Arti; la dottoressa Maria Antonietta Del Grosso, dottore di ricerca in Storia Moderna all’Università di Salerno, che da oltre trent’anni studia la Salerno rinascimentale; il giornalista professionista sportivo Fabio Setta; responsabile della redazione sportiva del quotidiano “Le Cronache” e direttore responsabile del mensile di cultura e informazione sportiva l’Atleta; il farmacista Luigi Sapere; il giornalista Mario Memoli; il past president del Club Rotary Salerno Est, Camillo Volzone; l’ingegner Biagio Garofalo, socio Panathlon e Project Management nei Sistemi Informativi presso l’Università di Salerno; il dottor Giovanni Carmando del centro medico Salus; il preside Michele Sabino; la dottoressa Francesca Girardi; l’ingegner Antonio Baldi; il professor Riccardo Rampolla, già direttore del settimanale cattolico “Agire”; il dottor Sergio Cosentino; l’avvocato Fabrizio Murino; il cavalier Matteo Campagna, noto carrozziere della zona industriale, l’ex pugile Vincenzo Casella; il gallerista d’arte Giuseppe Figliolia; Angela Somma, patron della Salerno Basket; il professor Ferdinando Amendola, primario della Clinica Tortorella. Tanti altri saranno i premiati che da sempre portano nel cuore la nostra città: Francesco Abate, l’avvocato Giancarlo Adamo, l’avvocato Ilaria Albano, la dottoressa Claudia Albano; il professor Matteo Albano, il dottor Vincenzo Albano, Anna Alfieri, Antonio Alfieri, Filomena Alfieri, Renato Alfinito, Umberto Altieri, Anna Amati, Luigi Amatruda, il professor Enrico Anastasio, Matteo Anastasio, Pasquale Arpino, Luigi Avallone, Vincenzo Autuori, l’avvocato Alberto Avarista, l’avvocato Rocco Avarista, Luigi Avino, il dottor Antonio Barone, l’avvocato Gilda Barone, Giuseppe Cantarella, il dottor Mirko Cantarella, il dottor Anacleto Carbonara, il dottor Roberto Carbone, Antonio Carpentieri, Doriana Cascini, Mario Catone, il ragionier Giovanni Ceni, Luigi Cibelli, Raffele Cicalese, Vincenza Collina, Giovanni Consiglio, Salvatore Consiglio, Raffaele Cuoco, Ciro D’Agostino, Giovanni D’Agostino, Francesco D’Amato, Vincenza D’Aniello, Matteo D’Elia, Giovanni De Luca, l’avvocato Gabriella De Martino, Giuseppe De Santis, il geometra Matteo De Santis, l’ingegner Ernesto De Sio, l’avvocato Valeria De Sio, Francesco Di Fabio, Lucio Di Filippo, Antonio Di Giacomo, Alfonso Di Giuseppe, Alfredo Esposito, Matteo Esposito, il dottor Vincenzo Esposito, Antonio Figliolia, Margherita Figliolia, Antonio Fiorillo, il dottor Gianni Fiorillo, la dottoressa Corinna Fumo, Manlio Galdo, Giuseppe Galioto, Mario Giannatasio, Aldo Giordano, il luogotenente Ambrogio Ietto, il ragionier Marcello Giuseppe Iovine, Aniello Itri, Domenico Itri, Giuseppe Itri, Antonio Lamberti, Vincenzo Lamberti, Matteo Lambiase, il dottor Gianpaolo Landi, Ciro Liambo, Emilia Liguori, Antonio Luisi, Aniello Marotta, Liviana Marini, Enrico Meace, Antonio Memoli, Rosario Memoli, Vincenzo Memoli, Maria Grazia Monaco, Giorgio Muraro, il professor Francesco Nappi, Rossella Nicastro, Angelo Nobile, il ragionier Gioacchino Novelli, Alberico Noschese, Carmine Oncia, Leopoldo Palumbo, Vincenzo Pandolfi, Gianfranco Paolino, Franco Papa, Armando Pappalardo, la dottoressa Maria Pederbelli, Roberta Pisano, Biagio Pisapia, Claudia Pisapia, Francesco Pivetta, Luigi Prinzi, Edmondo Ricci, Antonio Ricciardi, il professor Matteo Ricciardi, Gianpiero Romanelli, Michele Romeo, Fabiana Ronga, Luca Ronga, Annamaria Rosolia, Emilia Rossi, il ragionier Nicola Sabetta, Rosa Sabetta, Ciro Santamaria, Anna Santoro, Renato Santoro, Giovanni Santucci, Giuseppe Santucci, Alfredo Savignano, Annamaria Scariati, Elio Scariati, l’ingegner Paolo Scarpone, Domenico Scoppetta, Edmondo Scoppetta, Gaetano Serpico, Ciro Sica, il dottor Oreste Somma, Alessandro Stanzione, Mario Stanzione, Raffaele Sautto, Renata Tafuri, il ragionier Carlo Tenore, Maria Rosaria Torlino, Ciro Trevisone, Pier Francesco Trucillo, la professoressa Lucia Turi, Antonio Vallecaro, il ragionier Giuseppe Vallecaro, Mario Ventura, Salvatore Ventura, Tullio Ventura, Giacinto Vicinanza, il dottor Stanislao Vicinanza, Mario Vignes, Bruna Villacaro, il dottor Ugo Viola, Elena Visconti e la dottoressa Sabrina Zafarana.

Consiglia