Salernitana, vittoria e primato aspettando il Benevento

Scritto da , 8 febbraio 2015

di Marco De Martino

SALERNO. La Salernitana torna a vincere, anche se soffrendo più del dovuto, superando l’Ischia 2-1 all’Arechi. Dopo le reti di Nalini nel primo tempo e di Calil nella ripresa, ed il penalty fallito da Favasuli, ha riperto i giochi Infantino dal dischetto ma la squadra granata è riuscita a controllare il vantaggio minimo fino al 90′. La Salernitana torna così capolista in attesa del match di domani tra Benevento e Lupa Roma.

La prima fase dell’incontro è a dir poco soporifera, con la Salernitana che tenta velleitari quanto infruttuosi tentativi offensivi e l’Ischia che si difende in maniera ordinata e con pochi affanni. Al 25’ ci pensa un lampo di Nalini ad accendere la contesa. Prima si guadagna un calcio di punizione dal limite, con conseguente ammonizione di Sirignano, e poi la trasforma con una pennellata a scavalcare la barriera che lascia impietrito un Ioime colpevole soprattutto nella disposizione della barriera. Al 28’ è Moro, su assist sempre di Nalini, a sfiorare l’immediato raddoppio ma la deviazione di Sirignano è provvidenziale. Dal successivo corner Calil realizza in tuffo di testa, ma il gol viene annullato per un sospetto fuorigioco. La fiammata granata ha breve durata, l’Ischia torna ad assestarsi in difesa ed il clichè torna quello della prima parte di gara. Il primo tempo così si chiude sul minimo vantaggio per la Salernitana.

Pronti, via e, al minuto 52, Caetano Calil firma il raddoppio con una zampata in anticipo su Caso dopo un cross delizioso di Favasuli. Da sottolineare la grande percussione di Moro che da il la all’azione. Dopo due minuti c’è l’occasione per chiudere i conti. Favasuli si procura un calcio di rigore che chiede di poter battere. L’esecuzione del mancino è però debole e prevedibile e Ioime respinge. Il primo squillo dell’Ischia giunge al 62’ con il neo entrato Schetter che impegna Gori con un sinistro dal limite dell’area. In totale controllo dell’incontro, la Salernitana riesce a riaprire i giochi. Al 74’ Colombo stende gratuitamente Tomcic in piena area causando il rigore, poi trasformato in maniera impeccabile da Infantino. La rete degli isolani riaccende gli animi, le ammonizioni fioccano così come le interruzioni. Al 77’ Bruno sfiora l’autorete per anticipare Nalini, ma Ioime sventa con la punta delle dita. Nonostante i disperati assalti finali dell’Ischia, la Salernitana riesce a portare a casa i tre punti ed a volare in testa. Aspettando il Benevento…

SALERNITANA-ISCHIA ISOLAVERDE 2-1

SALERNITANA (4-3-3): Gori; Colombo, Lanzaro, Trevisan, Bocchetti; Moro (85’ Perrulli), Pestrin, Favasuli; Nalini, Calil (92’ Mendicino), Negro (70’ Gabionetta). A disp.: Russo, Tuia, Franco, Tagliavacche. All.: Menichini

ISCHIA ISOLAVERDE (4-3-3) Ioime; Bruno, Caso, Sirignano, Bassini; Chiavazzo, Massimo (24’ Gerevini), Iannascoli (59’ Schetter); Armeno (54’ Tomcic), Infantino, Alvino. A disp.: Mennella, Finizio, Formato, Fumana. All.: Maurizi

ARBITRO: Piscopo di Imperia (Gentilini/Tamburini)

MARCATORI: 25’ Nalini, 52’ Calil, 74’ Infantino (rig.)

NOTE: Spettatori 6980 (inclusa quota abbonati). Ammoniti Sirignano, Calil, Bocchetti, Trevisan, Gerevini, Bassini, Ioime, Infantino, Pestrin. Al 54’ Favasuli si fa parare un calcio di rigore da Ioime. Recuperi 2’ e 5’

Consiglia