Salernitana un flop, il greco Topouzis evita la terza sconfitta con l’Aversa Normanna

Scritto da , 24 Settembre 2012
image_pdfimage_print

Basterà il gol di Topouzis allo scadere a restituire la serenità alla squadra  granata. Sarà solo la scossa o sarà soltanto un modo per rimandare la scossa  che sembra necessaria? Il dubbio c´è, la certezza è il primo punto della  stagione e il coro che ha accompagnato l´uscita dal campo della squadra di  Galderisi: “Vergognatevi, vergognatevi”.

Un coro che dice molto anche del  match. Primo tempo contratto ma chuso in vantagigo e poi secondo tempo con gli  ormai troppo frequenti black out, i soliti errori individuali e il nervosismo  ingiustificabile dei calciatori più esperti, A sbagliare è Molinari uno che in settimana aveva criticato gli under. La risposta data sul campo da Molinari e  dal resto del gruppo non è certo esaltante. Da salvare il grande cuore, la voglia di non perdere. Sarebbe potuta addirittura anche la vittoria, immeritata,  se Ginestra non avesse fallito il match ball al 94´ Ma dopo un minuto De Martino l´ha imitato. Ma di base la squadra granata per la terza domenica consecutiva ha dimostrato di non esserci proprio. Sarà la tensione, la paura del terzo ko consecutivo, la panchina che scotta, ma la Salernitana che scende in campo contro l´Aversa è una formazione  contratta e impaurita. Sarà anche per l´assenza di Mounard, che toglie quel pizzico di fantasia e imprevedibilità, ma i granata nella prima frazione sembrano giocare con il freno a mano tirato. E con un modulo tattico che continua a non convincere. Galderisi va avanti per la sua strada, almeno fino a quando la società glielo Ritmo basso, con nulla o poco da segnalare a meno che uno si voglia affidare alla fantasia, difficoltà anche a costruire un´azione con tre passaggi di fila. Inevitabile che il gol non possa che arrivare su calcio di punizione. Bravo Ginestra al 31´ a sorprendere il portiere ospite da oltre 25 metri. Prima del gol però Salernitana davvero inesistente. Contro un´Aversa, onesto e nulla più, bravo a chiudere gli spazi cercando di ripartire soprattutto sugli esterni, con l´ex Avagliano tra i migliori. Ma più che la bravura dei casertani sono sempre i limiti granata a creare scompigli. Come ad esempio all´8´ quando Silvestri si fa sfuggire Scalzone, sul cui cross Iannarilli esce male e solo dopo il più classico e confuso dei batti e ribatti la squadra di Galderisi si salva. Che sia mentalmente bloccata e impaurita lo si capisce dopo il gol, il terzo stagionale, del cobra granata. Improvvisamente la squadra acquisisce velocità di manovra e sicurezza. Peccato che Guazzo in due circostanze al 37´ e poi al 47´ sprechi la facile occasione per un comodo raddoppio. Perso Cristiano Rossi sostituito dall´esordiente Mancini, la Salernitana sembra aver finalmente messo la partita in discesa. Ma esattamente come contro L´Aquila i granata da soli si complicano la vita. E a sbagliare sono gli under e gli over, senza distinzione. Al 50´ Silvestri commette un goffo fallo su Gagliardi e dal dischetto Scalzone batte Iannarilli. Dopo otto minuti Molinari commette fallo a palla lontana, ma sotto gli occhi del primo assistente arbitrale, su Scalzone. Rosso diretto con Galderisi costretto a togliere la punta Gustavo per inserire il difensore Luciani. Al 67´ i granata completano l´opera dimenticandosi di Guarracino che approfittando di un tiro cross di De Martino batte Iannarilli per la seconda volta. Poi la reazione finale, più di nervi che di gioco e di idee. Montervino e Ginestra suonano la carica e il gol arriva al fotofinish, con Topouzis su cross di Luciani. Poi i fischi ed una certezza, così si rischia davvero di fare poca strada.
SALERNITANA (4-2-3-1): Iannarilli; Tuia, Rinaldi, Molinari, Silvestri;  Montervino, Perpetuini; Gustavo (60´ Luciani), Guazzo (75´ Topouzis), Cristiano  Rossi (44´ Mancini); Ginestra. A disposizione: Garino, Zampa, Emmanuel,  Vettraino. All.Galderisi.
AVERSA NORMANNA (5-3-2): Gragnaniello; Fricano, Castaldo, Campanella, Poziello, Avagliano; Visone (48´ Viola), De Martino, Marano (46´ Guarracino);  Gagliardi (65´ Gatto), Scalzone. A disposizione: Esposito, Petrarca, Bova, Ciocia. All. Romaniello
ARBITRO: Intagliata di Siracusa. (Gori – Cecconi)
MARCATORI: 31´ Ginestra (S), 50´ Scalzone (A), 67´ Guarracino (S), 89´ Topouzis (S)
NOTE: Spettatori presenti 4535, incasso non comunicato. Ammoniti: Avagliano  (A), Marano (A), Poziello (A), Montervino (S), Guazzo (S), De Martino (A),  Fricano (A). Espulso: al 58´ Molinari (S) Calci d´angolo 3-2 per la  Salernitana. Recupero 2´p.t. 5’st

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->