Salernitana, Tuia ko ma Bernardini ci sarà

Scritto da , 23 febbraio 2017
image_pdfimage_print

di Marco De Martino

SALERNO. La giornata di ieri ha regalato un mezzo sorriso ad Alberto Bollini in vista della delicata trasferta di Trapani. La Salernitana, al “Provinciale”, potrà infatti contare nuovamente su Alessandro Bernardini. Il difensore centrale ieri pomeriggio allo stadio Arechi si è regolarmente allenato con il resto del gruppo, dimostrando di aver ormai quasi completamente assorbito il brutto colpo alla caviglia subito al Menti di Vicenza. Se non dovessero esserci ricadute dell’ultima ora, Bernardini riprenderà regolarmente il proprio posto nel cuore della retroguardia granata. Guarda caso la Salernitana ha incassato gol dopo 237’ di imbattibilità proprio quando è venuto a mancare il proprio pilastro difensivo. Un recupero dunque fondamentale per Bollini che potrà così spostare nuovamente Perico sulla fascia destra, ricomponendo la coppia Bernardini-Schiavi che tanto ha fatto bene nei match contro Novara e Vicenza. A sinistra Vitale è avvantaggiato su Bittante, con quest’ultimo che ha qualche chance di insidiare anche Perico per il ruolo di terzino destro. Per un elemento cardine che recupera, altri due saranno costretti a marcare visita sabato prossimo. Infatti ieri Alessandro Tuia e Francesco Della Rocca hanno svolto un lavoro atletico specifico e contro il Trapani verosimilmente non saranno della contesa. Assenze importanti che saranno comunque ammortizzabili per Bollini il quale, con il recupero di Bernardini in difesa e quello di Odjer a centrocampo, sembra avere un buon ventaglio di soluzioni a propria disposizione. Proprio il centrocampista ghanese, che ha quasi raggiunto il top della propria condizione dopo il lento recupero a seguito dell’infortunio subito tre mesi fa, potrebbe rimpiazzare uno dei tre mediani che nelle ultime uscite hanno giocato da titolari. Minala sembra, per freschezza atletica e qualità delle prestazioni, l’unico intoccabile in questo momento. Busellato, vista la diffida, potrebbe essere risparmiato a Trapani anche se la sua importanza nello scacchiere tattico ne sconsiglierebbe una sua esclusione dal roster titolare. Rimane Ronaldo, autore di una prestazione altalenante contro il Cesena ma che è stato finora sempre impiegato dal primo minuto da Bollini. Le tre gare nel giro di pochi giorni però potrebbero indurre il trainer, come detto, a puntare sulla freschezza di Odjer al posto di uno dei tre. E’ in attacco però che permane il rebus più difficile da decifrare. Donnarumma scalpita, così come il neo arrivato Sprocati. Bollini però ha dimostrato di prediligere, soprattutto in trasferta, uno schieramento offensivo a tre con Coda unico terminale accompagnato ai suoi lati da Rosina ed Improta, bravi negli inserimenti ma anche utili in copertura. Chissà se, come per il centrocampo, Bollini vorrà puntare su un mini turn over affidandosi a Donnarumma al posto magari proprio di Rosina oppure continuare sulla strada intrapresa. Ieri intanto i granata si sono allenati all’Arechi, aprendo la seduta con un riscaldamento seguito da esercitazioni tattiche. Gli uomini di Alberto Bollini hanno poi terminato l’allenamento con esercitazioni su palle inattive e una partita finale.  La preparazione riprenderà nel pomeriggio al Volpe (ore 15) a porte chiuse, mentre per domani è fissata la rifinitura e la partenza per la Sicilia.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->