Salernitana, squadra che vince…

Scritto da , 17 marzo 2017

di Marco De Martino

SALERNO. Squadra che vince non si cambia. Questo vecchio adagio del calcio sembra calzare a pennello, in questo particolare momento della stagione, alla Salernitana. Dopo prove, esperimenti, cambiamenti, spesso determinati dall’emergenza ma anche da strategie tattiche, Alberto Bollini sembra orientato verso la riconferma in blocco dell’undici che sabato scorso ha sconfitto senza particolari problemi il Brescia all’Arechi. Almeno questo è quanto è emerso dalla sgambata sostenuta ieri a Montecorvino Pugliano dalla squadra granata contro la compagine locale. Un test, conclusosi con un eloquente 25-1, che non sarà stato probante ma che ha dato modo a Bollini di fare parecchi esperimenti ed in pratica di lasciar trasparire la sua volontà di confermare la stessa compagine scesa in campo dal primo minuto contro le rondinelle. Questo perché, dopo aver alternato le seconde linee e qualche giovane, il trainer ha mandato in campo a circa mezz’ora dalla conclusione gli undici calciatori che hanno giocato contro il Brescia. Sono infatti entrati contemporaneamente in campo Perico, Bernardini, Tuia e Vitale in difesa, Minala, Ronaldo, Zito a centrocampo, e Sprocati, Rosina e Coda in attacco. La gara contro il Montecorvino Pugliano (terza categoria), come detto, non ha avuto storia con la Salernitana che si è imposta con il punteggio più che largo di 25-1. A segno sono andati cinque volte Donnarumma ed Improta, quattro volte Rosina, una volta Tuia, Odjer, Bittante e il baby Carrafiello e due volte Ronaldo, Coda e Joao Silva. Proprio quest’ultimo è stato fischiato dopo aver fallito un rigore calciato tra le braccia del giovane portiere greco Iliadis. Stessa sorte è toccata invece a Terracciano per averci messo del suo nell’unico gol realizzato dai locali. Al di là del dato tecnico, servito a Bollini per fare le prove generali in vista della gara di Chiavari, la gara amichevole di ieri pomeriggio è servita per inaugurare nel migliore dei modi il rinnovato impianto di Montecorvino Pugliano che da ieri ha assunto il nome di Danilo Delle Donne, giovane tifoso della Salernitana tragicamente scomparso qualche anno fa. Tanto entusiasmo nel piccolo impianto con almeno 400 sostenitori festanti che hanno spronato la Salernitana a tornare da Chiavari con un risultato positivo. E contro l’Entella Bollini dovrebbe dunque affidarsi agli stessi undici di sabato scorso. L’unico dubbio che il tecnico della Salernitana si porterà nelle prossime ore e probabilmente fino all’immediata vigilia del match in terra ligure è quello che riguarda la maglia di interno sinistro del centrocampo. Zito viaggia verso la riconferma ma Bollini potrebbe decidere di riaffidarsi ad Odjer per avere a disposizione un centrocampo più muscolare e potente per fronteggiare al meglio il reparto della Virtus che conta di nomi importanti come Troiano ed Ammari. Sarà invece quasi certamente riconfermato Sprocati nel tridente d’attacco dopo l’ottima prova contro il Brescia. L’ex di Pro Vercelli e Perugia ha scalzato Improta, che nonostante il rientro dalla squalifica dovrebbe partire dalla panchina. Non rientra nei ballottaggi, dunque, Alfredo Donnarumma nonostante il ritorno al gol e la ritrovata intesa con il gemello Coda. Sarà anche stavolta l’arma in più da sfruttare a gara in corso?

Consiglia