Salernitana, si cambia a centrocampo

Scritto da , 24 marzo 2017
Foto LaPresse - Gerardo Cafaro
09/10/2016 , Salerno (Italia)
Sport Calcio
U.S. Salernitana 1919 vs Benevento Calcio
Campionato di calcio Serie B ConTe.it. 2016/2017 - Stadio “Arechi”
Nella foto: Della Rocca esultanza

Photo LaPresse - Gerardo Cafaro
Sunday 9th October 2016 , Salerno (Italy)
Sport Soccer
U.S. Salernitana 1919 vs Benevento Calcio
Italian Football Championship League B ConTe.it 2016/2017  - “Arechi” Stadium
In the picture: Exultation Della Rocca

 

di Marco De Martino

SALERNO. Salernitana, questa volta si cambia. Un po’ per necessità, un po’ per scelta tecnica, i granata contro l’Ascoli domenica prossima cambieranno, almeno in parte, volto. O meglio, sarà il centrocampo a subire una mini rivoluzione rispetto alle ultime uscite. Contro i marchigiani Bollini dovrà infatti fare a meno di Massimiliano Busellato, ancora alle prese con l’elongazione muscolare subita nel derby di Benevento, e di Antonio Zito, squalificato dopo il rosso rimediato a Chiavari. E così Bollini dovrà effettuare necessariamente dei cambi nel reparto nevralgico della sua squadra. L’unico punto fermo era e resta Joseph Minala. Il fedelissimo del tecnico lombardo, che si sta letteralmente rilanciando in maglia granata, sarà di sicuro titolare domenica ma in un ruolo leggermente differente rispetto al match contro l’Entella. In Liguria il camerunense ha giocato davanti alla difesa, in posizione di regista; contro l’Ascoli invece potrebbe essere riproposto nel ruolo di mezzala destra, dove ha dimostrato di essere ugualmente importante tatticamente ma di risultare ancora più incisivo in zona gol grazie alle sue doti d’inserimento negli ultimi trenta metri (vedi l’assist a Vicenza ed il gol messo a segno con il Cesena). Minala verrà dunque decentrato per far posto, in cabina di regia, a Ronaldo. Il brasiliano, dopo essere stato utilizzato da Bollini quasi sistematicamente dopo il suo arrivo in panchina, ha subito una involuzione che l’ha fatto scivolare indietro nelle gerarchie. A Chiavari però il sudamericano ha disputato un positivo scorcio finale di gara e, complice la squalifica di Zito, è pronto a tornare nell’undici base. Per l’ultimo posto a disposizione nel centrocampo a tre è lotta a due tra Odjer, titolare con l’Entella, e Della Rocca. Quest’ultimo gode di un leggero vantaggio rispetto al ghanese sia perché è più fresco atleticamente dopo il lungo periodo di stop per infortunio ma soprattutto perché è un mancino naturale e come mezzala sinistra Bollini predilige un elemento, appunto, di piede sinistro. Se il centrocampo verrà quasi completamente ricostruito rispetto a lunedì scorso, la composizione della difesa resterà inalterata. L’assetto con Gomis tra i pali, Perico a destra, Vitale a sinistra e Bernardini e Tuia al centro, ha dato ampie garanzie nelle ultime uscite, dimostrando affiatamente e solidità, tant’è vero che i granata non subiscono gol da 190’. Di conseguenza Bollini punterà ancora una volta su questo pacchetto. Contro l’Ascoli resterà quasi inalterato anche l’attacco, con Coda e Sprocati che saranno riconfermati. L’unica variante sarà rappresentata dal ritorno di Rosina nel ruolo di esterno destro al posto di Improta. L’ex stabiese si riaccomoderà in panchina dove sarà in compagnia di Donnarumma, destinato ancora una volta a partire dalle retrovie. In vista della sfida con l’Ascoli dunque appare tutto deciso, nonostante manchino ancora due allenamenti. Questo pomeriggio la preparazione dei granata riprenderà alle ore 15 al “Mary Rosy” a porte chiuse. Ieri il gruppo si è allenato all’Arechi. Gli uomini di Alberto Bollini hanno aperto la seduta con un riscaldamento tecnico seguito da esercitazioni tattiche a reparti. L’allenamento si è concluso con azioni offensive e una partita finale.

 

Consiglia