Salernitana, sei tasselli per la B

Scritto da , 26 dicembre 2014

di Marco De Martino

SALERNO. Cosa può migliorare una squadra che ha totalizzato, in sole 18 partite, la bellezza di 40 punti? Detto così, niente. Ed invece la Salernitana ha bisogno di integrare una rosa che ha mostrato delle crepe, soprattutto a causa degli infortuni che hanno falcidiato il gruppo fin dalle prime settimane. Analizziamo, reparto per reparto, la situazione della squadra di Menichini.

DIFESA Tra i pali, con Gori e Russo, Fabiani si sente coperto. Tutt’al più andrebbe prolungato il contratto del numero uno, e questo non è detto che succeda a breve. Per quanto riguarda gli uomini di movimento, servirà un altro centrale ed un laterale destro che magari potrebbe essere adattato anche dalla parte opposta in caso di necessità. Per il primo ruolo è in arrivo Sasà Aronica, per il quale la fumata bianca dovrebbe giungere subito dopo Natale. Per quello di vice Colombo invece Fabiani sta dragando il mercato di B e Lega Pro, con Calvarese e Frabotta che sembrano i favoriti ma dal cilindro di Fabiani potrebbe spuntare la classica sorpresa. Non è da escludere la possibilità di prendere un giovanissimo, magari dalla Primavera laziale: Pollace, classe ‘95, è una possibilità.

CENTROCAMPO E’ il reparto in cui bisognerà intervenire di più, sia in entrata che in uscita. In lista di sbarco ci sono Castiglia, Mounard e forse Volpe. Non Giandonato che dovrebbe restare fino a giugno. Al loro posto la Salernitana sta scandagliando il mercato, ed i nomi dei vari De Rose, Maltese e Frara sono solo alcuni di quelli sondati da Fabiani. In ogni caso ad ogni cessione dovrà corrispondere un arrivo per dare valide alternative ai titolari Favasuli, Pestrin e Bovo che stanno tirando la carretta in questi mesi.

ATTACCO Menichini e Fabiani si sentono coperti, come d’altra parte in estate, per il ruolo di centravanti con Mendicino e Calil. Una tesi tra l’altro avvalorata dai numeri. Gli interventi, non massicci ma mirati, arriveranno sugli esterni. In pratica servono le alternative a Negro, Nalini e Gabionetta. Oltre a Perrulli, ormai vicinissimo, potrebbe arrivare un altro elemento, con caratteristiche più offensive. Calderini, Mazzeo ed Herrera sono i nomi caldi. E’ chiaro però che potrebbero esserci anche qui sorprese, una potrebbe essere Insigne jr del Napoli ma attualmente in prestito alla Reggina. In partenza Ginestra, ormai convintosi che sia meglio per lui, anche se a malincuore, cambiare aria.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->