Salernitana, remuntada da play off: adesso sognare è davvero possibile

Scritto da , 18 aprile 2017
salernitana_rosina_coda

 

di Fabio Setta

SALERNO. Il calcio è un gioco semplice. Vince chi segna più gol dell’avversario e chi magari mette insieme in attacco Coda e Donnarumma contemporaneamente. E’ quella la svolta del match che rilancia la Salernitana verso i play off. Appena Bollini ha cambiato modulo inserendo l’ex Teramo al posto di Odjer, la squadra granata ha cambiato marcia, ribaltando il punteggio e conquistando tre punti meritati. Proprio dall’intesa tra i due attaccanti, già protagonisti nel finale della scorsa stagione, sono nate le due reti della Salernitana realizzate da Rosina e Sprocati. E poi tante occasioni prima e dopo i due gol in 35 minuti giocati bene dai granata, bravi ad alzare il ritmo e approfittando anche del calo fisico del Latina. Bravo Bollini a correggere in corsa rimediando ai propri errori. Le scelte di inizio gara infatti non convincono. Della Rocca e Ronaldo insieme nel centrocampo a tre non rappresentano la soluzione ideale. Entrambi hanno poco dinamismo e nessuno dei de ha grandi capacità d’inserimento. Se poi si aggiunge la scelta di schierare Tuia a destra, rinunciando di fatto a giocare sulla fascia, il primo tempo della Salernitana è uno dei più brutti dell’ultimo periodo. Poche occasioni da gol, tanti errori, e soltanto qualche tentativo senza grosso frutto dalla distanza. Una punizione di Vitale, una conclusione di Sprocati, poi un colpo di testa di Della Rocca ma dopo il gol subito. Un gol, realizzato al 40’ dall’ex Cavese De Giorgio che su assist di Insigne, ha battuto Gomis per poi esultare in maniera irridente sotto la curva sud e il settore distinti. A inizio ripresa dopo il cambio Donnarumma per Odjer è invece tutta un’altra Salernitana. Rosina e Sprocati larghi, Ronaldo interno con Della Rocca e i gemelli del gol in avanti. I due si trovano a meraviglia e le occasioni si sprecano. Subito arriva il pari di Rosina, poi Coda colpisce la traversa e poi spreca ancora su assist dell’ex Teramo. Poi con la spinta del pubblico è arrivato il raddoppio di Sprocati e anche qualche occasione per il terzo gol che non arriva. Arrivano però tre punti che possono regalare un finale di stagione emozionante per la squadra di Bollini. I play off, a sei giornate dal termine, sono soltanto a due punti. E sognare non costa davvero nulla.

 

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.