Salernitana, primo ko del campionato: lo Spezia espugna l’Arechi

Scritto da , 19 settembre 2015

di Marco De Martino

SALERNO. La Salernitana torna sulla terra, perde meritatamente la prima gara in campionato al cospetto di uno Spezia non irresistibile ma cinico quanto basta per portare in Liguria un 2-0 (Brezovec e Catellani) limpido e i primi tre punti dell’anno. Eusepi nel finale fallisce il rigore che poteva riaprire la contesa, ma in sostanza la squadra non ha mai concluso verso la porta avversaria denotando i limiti della sua rosa, troppo scarna a centrocampo e leggera in avanti.

Dopo un buon inizio della Salernitana, il primo squillo è dello Spezia. Sugli sviluppi di un calcio di punizione Situm manda alta la palla da pochi passi. L’appuntamento con il gol per i liguri è solo rimandato. Al 15’ dopo una iniziativa insistita di Kvrzic, la palla arriva a Brezovic che non ci pensa due volte e dal limite lascia partire un tiro di sinistro potente e preciso che fulmina Terracciano. La reazione della Salernitana c’è ma è affidata troppo alle iniziative dei singoli, in particolare di Sciaudone e Gabionetta, e di azioni vere da gol se ne vedono pochissime nonostante la pressione costante nella metà campo bianconera. Al 39’ la Salernitana perde per infortunio Lanzaro, sostituito da Trevisan all’esordio assoluto in stagione. Poco dopo, al 44’, da un errore in fase di disimpegno di Pestrin, Schiavi è costretto a salvare sulla linea un tiro cross di Kvrzic. La prima frazione si chiude così con i granata in svantaggio e con i nervi a fior di pelle, con il battibecco tra Pestrin e Sciaudone al rientro negli spogliatoi.

Al 54’, dopo la staffetta Eusepi-Coda, la Salernitana ci prova con una percussione di Rossi, il quale va sul fondo e crossa per l’accorrente Gabionetta che però strozza il tiro e la palla termina a lato. La Salernitana continua a premere, passa al 4-2-4 dopo l’innesto di Troianiello in luogo di Pestrin, ma di tiri in porta nemmeno l’ombra. Di tanto in tanto lo Spezia prova a pungere in contropiede: al 71’ Kvrzic tenta il tiro a giro ma la palla finisce alta. Al 76’ Terracciano si supera su una conclusione a botta sicura di Catellani, con Kvrzic che sulla ribattuta manda alto ad un metro dalla porta. Lo Spezia è ormai padrone del campo ed all’83’, con un’azione magistrale, Catellani si presenta davanti a Terracciano, lo batte e chiude i conti. Anche perché un minuto dopo Eusepi manda sul palo un rigore generosamente concesso da Saia per fallo di mano di Terzi. La gara si chiude qui: la Salernitana perde la prima gara in stagione ed evidenza le lacune della sua rosa a cemtrocampo dopo appena tre giornate.

SALERNITANA-SPEZIA 0-2

SALERNITANA (4-3-3): Terracciano; Colombo, Lanzaro (39’ Trevisan), Schiavi, Rossi; Bovo, Pestrin (63’ Troianiello), Sciaudone; Gabionetta, Coda (52’ Eusepi), Donnarumma. A disp.: Strakosha, Empereur, Franco, Pollace, Odjer, Perrulli. All.: Torrente

SPEZIA (4-3-3): Chichizola; Milos, Postigo, Terzi, Migliore; Canadjija, Juande, Brezovec (56’ Jon Errasti); Kvrzic, Calaiò (88’ Nenè), Situm (68’ Catellani). A disp.: Sluga, Valentini, Martic, Acampora, Misic, Rossi. All.: Bjelica

ARBITRO: Saia di Palermo (Raparelli-Del Giovane; IV uomo Martinelli)

MARCATORI: 15’ Brezovec, 83’ Catellani

NOTE: Spettatori 12.070 (abbonati 5418). Ammoniti Pestrin, Migliore, Gabionetta, Calaiò, Situm, Milos. Espulso al 79’ l’allenatore dello Spezia Bjelica per proteste. All’85’ Eusepi fallisce un calcio di rigore. Recuperi 3’ e 4’

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->