Salernitana, patto a cena per ripartire

Scritto da , 28 Ottobre 2012
image_pdfimage_print

  Metti una sera a cena. Non è solo un film, tratto da una pié ce teatrale. Ma è il modo scelto dal tecnico Perrone per ripartire. Ieri sera il tecnico ha invitato il gruppo a cena all’Hotel Mediterranea. Una cena a base di pesce per ricreare la giusta atmosfera in seno al
gruppo, dopo un inizio contrassegnato da tante tensioni e polemiche. Non
un preritiro ma solo un modo per stare insieme, per creare amalgama e
affinità . Perrone, che ha incassato proprio ieri gli elogi del sindaco
De Luca (“persona seria, corretta, un professionista, molto impegnato
nel suo lavoro” – ha dichiarato il primo cittadino) e del patron
Mezzaroma, ama parlare con la squadra, conoscere gli elementi a sua
disposizione, anche fuori dal campo. Cene così c’erano già state nella
scorsa stagione.?E così il tecnico, insediatosi da poco più di una
settimana, ha scelto di ripristinare l’abitudine. La stessa voglia di
conoscere al meglio il gruppo che ha per il momento bloccato il mercato
in entrata. Un portiere ed un esterno difensivo sono le due caselle da
colmare. ne hanno parlato a lungo anche Susini e Mariotto giovedì mentre
la squadra svolgeva il classico test infrasettimanale. Ma considerato
che ormai siamo già alla vigilia della sfida contro il Foligno, la
società ha preferito rimandare, come ha fatto con il lancio della
campagna abbonamenti, il discorso mercato alla settimana prossima. In
attesa di una chiamata il difensore Calori, l’anno scorso con il Salerno
Calcio, e candidato numero uno. Per il ruolo di portiere sono diversi i
nomi in lizza. Nelle ultime ore radiomercato ha aggiunto anche il nome
di Sereni alla lunga lista che comprende i soliti Rossi, con cui
Mariotto aveva già raggiunto l’accordo,  Frattali e Dazzi. Ma il tutto è
rimandato al dopo Foligno, magari dopo la prima vittoria stagionale. 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->