Salernitana, maggioranza in campo: “Sindaco si attivi per salvare la storia”

Scritto da , 7 Dicembre 2021
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

Consiglieri comunali di maggioranza scendono in campo per chiedere l’intervento del primo cittadino per salvare la Salernitana. A poche ore dal termine ultimo per la presentazione delle offerte per acquistare la squadra, dopo la proroga concessa dai trustee, la consigliera di Moderati e Popolari, Barbara Figliolia lancia un appello al sindaco Vincenzo Napoli affinchè possa intervenire direttamente e, in qualche modo, assicurare alla città di Salerno una nuova proprietà dopo l’incompatibilità di Claudio Lotito, già patron della Lazio: “come cittadina di Salerno legata da uno sviscerato amore per la squadra della nostra città, mi rivolgo a te perché tu ti impegni fino in fondo e in prima persona per evitare la cancellazione dal campionato di calcio della Salernitana e perché il tanto auspicato passaggio di proprietà avvenga nei termini che il Presidente Gravina ha intimato – ha detto la preside del liceo Severi rivolgendosi al sindaco Napoli – Se questo, infatti, non dovesse verificarsi entro il mese di dicembre la nostra città subirebbe un danno di immagine difficile poi da cancellare. Sarebbe per la nostra città uno sfregio che obiettivamente non merita la storia calcistica della nostra squadra, né lo merita Salerno, che negli anni ha saputo guadagnarsi un’ottima immagine e reputazione anche in campo calcistico. Ogni giorno cittadini comuni, i miei studenti, e tantissimi tifosi mi invitano a sollecitare il tuo fattivo e concreto intervento sul quale fanno grande affidamento. Sono gli stessi che in tutti gli stadi d’Italia stanno dimostrando il proprio incondizionato attaccamento alla loro squadra di calcio, gli stessi che civilmente e con onore si stanno facendo ammirare per il loro tifo caloroso e l’incessante incitamento, nonostante i risultati molto deludenti”. E ancora: “Sono certa che tu ti impegnerai e che il tuo autorevole intervento servirà anche a far conoscere a tutti, tifosi e cittadini, cosa effettivamente sta accadendo e i motivi per cui si siano verificati i ritardi nella cessione della Società, ritardi che si ripercuotono pesantemente anche sui risultati. Aiuta, caro Sindaco, tutti noi, la nostra città, a non cancellare un sogno”, ha detto infine la consigliera Figliolia. Lancia invece un appello ai cittadini a stare accanto alla società che rileverà la squadra il consigliere Rino Avella, eletto in quota Psi che parla della Salernitana come di “un patrimonio della città e un collante fra generazioni”. Lo stato di forte criticità in cui versa la squadra è diretta conseguenza di una situazione societaria non più gestibile. “È fondamentale e soprattutto augurabile che le prossime ore siano decisive per una drastica risoluzione, un radicale cambiamento e per un’inversione di tendenza – ha dichiarato Avella – Invito ognuno a garantire il proprio contributo, a unirsi, confrontarsi e addivenire a una soluzione che possa ancora salvare l’andamento sportivo, ma soprattutto possa salvare la dignità di una tifoseria, di un popolo e di una città”. Per il socialista, infatti, si evincono dallo stato dei fatti, due lati della medaglia: da un lato, una gestione societaria palesemente inadeguata; dall’altro, una tifoseria e un popolo che con la loro passione sono ampiamente all’altezza al cospetto di autorevole palcoscenico del calcio nazionale. “Ci sarà un tempo per le analisi e per i bilanci; ora, però, è il tempo di intervenire, di dare ognuno una mano, profondere ogni sforzo per salvare una situazione surreale – ha aggiunto – Il mio è un augurio, un appello alle forze attive della città, con l’auspicio di trovare un largo riscontro, affinché la questione possa essere affrontata e trovare, in tempi rapidi, la soluzione più adatta e condivisa. È indispensabile che nell’immediatezza si appalesi ed emerga un nuovo soggetto imprenditoriale in grado di tentare e raggiungere l’impresa, sia da un punto di vista dei risultati, sia nell’intento di consolidare e intraprendere un progetto societario credibile, affidabile e duraturo nel tempo”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->