Salernitana, linea verde in attesa dei colpi

Scritto da , 24 gennaio 2017

di Marco De Martino

SALERNO. E’ iniziata l’ultima settimana della sessione invernale del calcio mercato. Per la Salernitana, che pure ha già effettuato sei movimenti ufficiali, tre cessioni e tre acquisti, ci sarà bisogno ancora di portare a termine diverse operazioni fino alle 23 del 31 gennaio prossimo. Non è un mistero, come ammesso anche dallo stesso Claudio Lotito al termine del match contro lo Spezia, che la società granata cerca ancora qualche calciatore per integrare la rosa e che qualcuno (Zito, Donnarumma?) potrebbe partire in presenza di una congrua offerta. Verifichiamo reparto per reparto quali potranno essere i movimenti in entrata ed in uscita del club granata.

PORTIERI Con l’arrivo di Alfred Gomis, subito titolare, si attende un movimento in uscita ed eventualmente uno in entrata. Se dovesse partire infatti Liverani, richiesto in Lega Pro da Modena e Paganese, tutto resterebbe invariato con Terracciano che reciterebbe il ruolo di vice del pipelet senegalese. Se invece dovesse essere proprio l’estremo difensore casertano a lasciare Salerno il club potrebbe cercare un altro secondo. In tal senso prosegue la trattativa con il Vicenza per uno scambio alla pari con Vigorito. Quest’ultimo è in scadenza con i veneti, come pure il prestito di Terracciano dal Catania si esaurirà il prossimo 30 giugno. Un affare a costo zero che potrebbe accontentare tutti.

DIFENSORI In entrata serve un terzino sinistro ed un centrale. Per il primo ruolo è stato già individuato Filippini: prima di dare il via libera alla rottura del prestito concesso la scorsa estate dalla Lazio, la Pro Vercelli dovrà prima individuare ed ingaggiare il suo sostituto per non rimanere scoperto nel ruolo. Nel caso non dovesse riuscirvi, a Salerno approderebbe l’altro laziale Vinicius. Per quanto concerne il ruolo di centrale, dovrà essere necessariamente piazzato Schiavi prima di procedere ad un nuovo ingaggio. Questo perché in rosa, oltre al metelliano, ci sono già Tuia, Bernardini, Mantovani e Luiz Felipe. Appena sarà ceduto Schiavi, sempre seguito da Ascoli e Parma, si procederà all’assalto ad uno tra Blanchard del Carpi, Terranova del Sassuolo, Masi della Ternana, Claiton del Crotone.

CENTROCAMPISTI Per il reparto mediano Bollini potrebbe decidere di puntare, in attesa del ritorno di Odjer, su Ronaldo. Oltre alle oggettive difficoltà per piazzarlo sul mercato (c’è stata solo una timida richiesta del Bari) c’è anche la stima crescente che il trainer ha nel brasiliano, finora sempre utilizzato da quando è lui l’allenatore granata. Così, dopo Minala, potrebbe arrivare un altro under per non intaccare la lista limitata degli over. Il profilo di Demetrio Steffè, regista classe 1996 del Teramo ma apprezzato da Bollini negli anni in cui militò prima nel Chievo Primavera, con cui vinse uno storico scudetto, e poi nell’Inter, di cui era il capitano. Steffè in estate, svincolato dall’Inter, era in procinto di firmare per il Vicenza ma poi non se ne fece più nulla e finì al Teramo, con cui firmò un annuale. Con un piccolo indennizzo corrisposto al club abruzzese il regista friulano potrebbe liberarsi ed approdare alla Salernitana. Da non sottovalutare comunque le piste che portano a profili più esperti, come Giorico del Modena, Migliaccio dell’Atalanta o Vives del Torino. In uscita, oltre alla situazione di Ronaldo, la Salernitana valuta la posizione di Zito. Entella e Benevento hanno chiesto informazioni, l’intenzione del mancino è quella di restare ma, visto lo scarso impiego riservatogli anche da Bollini (con lo Spezia come esterno sinistro gli è stato preferito Della Rocca che proprio un esterno non è…) tutto potrebbe accadere in questi ultimi sette giorni di mercato.

ATTACCANTIArriverà un esterno per sostituire Caccavallo. In queste ore prende corpo l’ipotesi Sprocati, utilizzato poco dalla Pro Vercelli (nonostante il gol siglato all’Arechi) e seguito da quel Mario Giuffredi che sta ancora tentando di piazzare altrove Donnarumma. Tutto ruota attorno al torrese. Se dovesse partire, in direzione Bari o Parma, la Salernitana si attiverebbe per reperire un altro attaccante di valore, in caso contrario tutto resterebbe così com’è anche perché lo stesso Joao Silva è destinato a restare per oggettiva mancanza di acquirenti. La chicca potrebbe essere rappresentata dall’arrivo del talentuoso attaccante della Lazio Ravel Morrison che, come un anno fa, Lotito sta provando a dirottare a Salerno. D’altra parte l’inglese guadagna un ingaggio principesco (si parla di circa un milione a stagione) pur non avendo mai giocato con la Lazio. Insomma, da qui alle 23 del 31 gennaio può succedere ancora tutto ed il contrario di tutto…

Consiglia