Salernitana, le idee di Mariotto (Parfait) e… i dubbi

Scritto da , 3 giugno 2013

SALERNO. Sarà un torneo di I divisione che somiglia tanto alla serie B. Almeno è ciò che va delineandosi dopo i verdetti delle semifinali di ieri. Con una sola promossa diretta, e con i play off che diventeranno un torneo a parte, sarà necessario rinforzare la Salernitana in tutti i reparti per aspirare alla promozione senza passare per la maxi lotteria. Così la pensa il dg Mariotto che ha le idee chiarissime sul come muoversi ed attende soltanto il definitivo placet del patron Lotito (per le multiproprietà si viaggia verso la proroga). Il via libera arriverà in settimana anche perché qualche tassello bisognerà iniziarlo a muovere. Certo della conferma è il tecnico Perrone (saranno allontanati i calciatori legati ad ex dirigenti) che spinge anche per la riconferma di Susini nell’area tecnica. Non è da escludere il rafforzamento dello staff con nuove figure, magari un capo degli osservatori. Giocatori da riconfermare, elementi della Lazio dsa valutare, calciatori di categoria da bloccare: sarà un lavoro certosino quello che dovrà compiere il responsabile dell’area tecnica. Le possibilità di permanenza a Salerno di Guazzo e Mancini potrebbero aumentare con la conferma (quasi certa) di Mariotto. Quest’ultimo vuol rinforzare la squadra con elementi di categoria superiore. Per il centrocampo il ds punta forte sul cesenate Louise Parfait per dare qualità al reparto nevralgico. In porta Iannarilli potrebbe essere affiancato da Bremec che è un vecchio pallino dell’ex ds del Benevento. Non entusiasma l’idea De Liguori. In avanti Evacuo e Fabinho sono nomi caldi ma non sono esclusi colpi a sopresa. Sul bomber del Pontedera Grassi, che ha già detto sì al club granata, non c’è convergenza di idee e l’operazione potrebbe anche saltare. Diversi gli elementi che saranno spediti a fare esperienza in categoria inferiore. Da Vettraino a Topouzis. Si valutano i primavera della Lazzio. Vilkaits e Rozzi ma non solo. Sul difensore Luciani ci sono Parma e Livorno. Occhio ai giovani degli allievi con il tecnico Belmonte che ha fatto i salti mortali nonostante le difficoltà legate ai campi ed a qualche piccolo malinteso organizzativo.Il mediano Tarallo tornerà al Catania. La Salernitana l’aveva prelevato solo in prestito, il club granata sta provando a riacquistarlo attraverso la Lazio (c’era un emissario a Perugia). Interessano anche l’attaccante Martiniello (autore di 18 gol) e il difensore Di Matteo. Settore giovanile che resta un terno a lotto. Le posizione dei tecnici sarà valutata successivamente. Solo Ferraro è quasi certo della riconferma.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->